Seguici su

Basket

Inizia ufficialmente la nuova stagione dell’OWW Udine: bianconeri al lavoro a Tarvisio

Pubblicato

on

Presentazione stagione 2021-2022

UDINE – Inizia ufficialmente la stagione 2021-2022 dell’APU Old Wild West Udine. La formazione allenata da coach Boniciolli ha, infatti, raggiunto nella serata di martedì 24 agosto il ritiro di Tarvisio dove si fermerà 8 giorni per gettare le basi della nuova stagione. A marcare ancora visita è il solo capitano Michele Antonutti, in attesa del tampone negativo necessario per riprendere l’attività agonistica dopo la disavventura di un contagio indolore quando inaspettato.

Prima di partire per la cittadina della Val Canale, il direttore tecnico Martelossi e coach Boniciolli hanno incontrato la stampa al Carnera per presentare la nuova stagione agonistica alla luce del mercato concluso a tempo di record.

“Partivamo da una base solida, quella dello scorso anno, che aveva fatto bene”, esordisce Martelossi parlando della costruzione della squadra. “L’obiettivo era quello di mantenere le fondamenta del gruppo rinforzando, però, alcuni ruoli, cioè quelli di playmaker e di ala forte. In questo senso, pensiamo che l’accoppiata Giuri-Cappelletti sia di primissimo livello e che nel ruolo in cui abbiamo il nostro capitano Antonutti possano giocare anche Esposito, Italiano ed Ebeling. Nello spot di guardia abbiamo cercato un giocatore con maggiore forza penetrativa del pur ottimo Johnson, ed abbiamo trovato uno come Lacey che non ha bisogno di presentazioni e che può essere un giocatore determinante. L’altro americano, Walters, ricopre lo stesso ruolo che era di Foulland, ma con caratteristiche molto diverse, con una fisicità importante sotto canestro”.

Boniciolli ha detto di avere sensazioni buone dal gruppo e che, rispetto alla scorsa stagione, la squadra avrà mani più “sensibili”, con diversi giocatori dotati di un buon tiro. Pur non nascondendo le legittime ambizioni di promozione della formazione bianconera, il tecnico triestino ha, però, anche messo le mani avanti ricordando una statistica significativa: “Dobbiamo essere tutti consapevoli di una cosa: negli ultimi 10 anni, soltanto 2 volte le finaliste sconfitte dell’anno precedente si sono qualificate per la finale e l’hanno poi vinta. L’imbuto è perciò strettissimo. Quanto prima ci sarà consapevolezza, da parte di tutti, che l’obiettivo che abbiamo è difficilissimo e che nessuno ci getterà davanti tappeti rossi, tanto prima saremo pronti ad affrontare i momenti difficili”.

Sono state comunicate nell’occasione anche le prime date degli impegni agonistici di prestagione: il 31 agosto ci sarà, come lo scorso anno, uno scrimmage con il Basket Mestre. A seguire, il weekend del 3-4 settembre, si terrà al Carnera il Memorial Pajetta, con un programma ancora da definire. Spazio, poi, alla Supercoppa prima di partire con la prima di campionato il 3 ottobre a Piacenza.