Seguici su

Cronaca

Reclusi in uno spazio angusto e senza acqua: sequestrati due Pitbull

In azione le guardie zoofile dell’Oipa in un’abitazione a nord di Udine

Pubblicato

on

UDINE – Vivevano confinati in un minuscolo angolo di giardino, in un recinto di fortuna, entrambi legati a un’unica corda di poco più di un metro di lunghezza, così corta che gli impediva di muoversi liberamente: queste le condizioni in cui sono stati ritrovati due pitbull maschi dalle guardie zoofile dell’Oipa di Udine durante un intervento in un’abitazione della a nord di Udine.

I due cani, di 1 e 2 anni di età, passavano le loro giornate reclusi in quel piccolo recinto, tra stracci e spazzatura. All’interno erano presenti anche due vecchie cucce, ma completamente inutilizzate perchè non solo eccessivamente piccole per loro, ma anche irraggiungibili a causa dei movimenti limitati dalla corda. A peggiorare la situazione, il fatto che i cani sono stati trovati completamente sprovvisti di acqua.
I cani erano condannati a questa crudele forma di prigionia perchè, secondo quanto riferito dai proprietari, non potevano stare in appartamento visto la mole e il temperamento – dichiara Edoardo Valentini, coordinatore delle guardie zoofile dell’Oipa Udine –. Ammesso fosse così, questo è inaccettabile: la scelta di vivere con un cane comporta responsabilità, impegno e dedizione. Di fronte a difficoltà di gestione sono molte le soluzioni, ad esempio contattare un educatore cinofilo, ma non la reclusione a spese del benessere e della dignità del cane”.

Le guardie zoofile dell’Oipa di Udine hanno sequestrato entrambi gli animali, che ora si trovano presso il canile convenzionato dove verranno svolti gli accertamenti veterinari del caso. Per i proprietari, invece, è scattata la denuncia per maltrattamento e detenzione di animali incompatibili con la loro natura.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie