Seguici su

Cronaca

Ex Bertoli, dalla giunta via libera alla riqualificazione con un parco da 60mila metri quadrati

Previsti aree commerciali, spazi dedicati a sale polifunzionali per attività culturali, ricreative, di intrattenimento e ad attività ludico sportive

Pubblicato

on

UDINE – Una superficie commerciale che non superi la soglia dei tremila e 900 metri quadrati. Spazi dedicati a sale polifunzionali per attività culturali, ricreative, di intrattenimento e ad attività ludico sportive. Ristoranti e uffici per circa 5mila e 500 metri quadrati complessivi. E un parco pubblico da 60mila metri quadrati. Sono le possibili attività insediabili nell’area dell’ex Bertoli: questo prevede la delibera di giunta approvata all’unanimità su proposta dell’assessore Giulia Manzan,
“Il primo passaggio – spiega l’assessore – propedeutico all’avvio dei lavori, sarà l’attuazione degli interventi di bonifica dell’area. Parliamo di una zona abbandonata da anni, completamente inutilizzata, che ha alimentato dibatti estenuanti senza che si arrivasse a una sintesi: finalmente, ci sono le condizioni per attrarre investimenti e trasmettere la percezione di un territorio dinamico capace di avviare progetti di rigenerazione urbana”.

Ancora Manzan: “Il documento è frutto di un attento confronto con tutte le categorie economiche e gli altri portatori di interesse. La nuova proposta riduce notevolmente le volumetrie da realizzare all’interno del comparto – la proposta di piano precedente prevedeva che 70mila metri quadrati venissero destinati alla residenzialità- e ha il pregio di liberare spazio per la realizzazione del grande parco pubblico”.  L’assessore chiude: “Alla luce di queste modifiche, verranno messi a disposizione spazi per agenzie, studi, palestre, servizi alle persone e, soprattutto, ci sarà un polmone verde a Nord di Udine che offrirà un’opportunità di svago alle famiglie che si recano in quella zona per fare compere. Se altri hanno dato una mano di grigio al territorio, noi stiamo puntando sul verde, sull’ambiente, sullo sviluppo sostenibile e per dare opportunità a tutti i cittadini di vivere in una realtà a dimensione d’uomo, accogliente e al passo con i tempi”.