Seguici su

Cronaca

Assestamento di bilancio: dalla Regione 117 milioni per casa, sanità, imprese e sport

Risorse aggiuntive che rappresentano il risultato dell’accordo finanziario recentemente raggiunto dal governatore Fedriga con lo Stato

Pubblicato

on

FVG – “Questa manovra ci consente di finanziare interventi per più di 117 milioni di euro su una serie di aree strategiche, come il sostegno alle imprese, la sanità – ancora alle prese con l’emergenza -, le politiche per la casa – con la necessità di dare risposte alle domande ancora inevase di molte famiglie – e i contributi destinati allo sport e al settore della cultura, anche in chiave di rilancio occupazionale. Relativamente a ciò va evidenziato che 66,6 milioni della manovra sono risorse aggiuntive che rappresentano il risultato dell’accordo finanziario recentemente raggiunto dal Governatore Fedriga con lo Stato e che dà modo oggi all’Amministrazione di poter avere l’immediata disponibilità di queste risorse”.
Questo il commento dell’assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli a margine dell’approvazione odierna da parte della Giunta dell’assestamento autunnale di bilancio.

Nel dettaglio, come ha spiegato l’assessore, gli oltre 117 milioni di euro vengono così suddivisi nelle poste principali: 50 milioni per la casa che consentiranno di soddisfare le richieste di contributi non ancora finanziati; 24,35 milioni al fondo agricoltura; 27,92 milioni al comparto sanitario; 3 milioni per le contribuzioni integrative del Fondo di rotazione per le iniziative economiche (Frie); 2 milioni per le sanificazioni degli impianti sportivi e 1,80 milioni destinati al fondo ripartenza della cultura per rilanciare l’occupazione nel settore.
“Oltre alle risorse garantite dall’accordo con lo Stato – ha sottolineato Zilli – l’assestamento ha potuto contare su un’operazione di efficientamento interno compiuta in collaborazione con gli altri assessorati”.

Secondo l’assessore, infine, significativo è il sostegno che l’Amministrazione ha inteso destinare al mondo delle imprese “quali principali attori del rilancio economico regionale”. Ammonta infatti a 31 milioni di euro l’importo destinato alla linea contributiva a favore delle attività economiche.