Seguici su

Cronaca

Centrodestra va in confusione sulle portatrici carniche: l’affondo delle opposizioni

Bloccato il tentativo di abrogare la legge che promuove il ricordo delle donne protagoniste durante la guerra

Pubblicato

on

FVG – “Messo di fronte alla vergognosa abrogazione di due leggi, sulla Grande Guerra e sulle Portatrici Carniche, il Centrodestra ha dovuto riconoscere l’atto irresponsabile che stava portando avanti, calpestando la storia che ha segnato in maniera drammatica la nostra terra e le nostre comunità. L’assessore Gibelli ha dovuto quindi condividere la nostra iniziativa e ritirare la previsione inserita nel ddl 145, non prima che il presidente del Consiglio, Zanin, fosse costretto a interrompere la seduta e riunire i capigruppo di maggioranza, per mettere una pezza a un’evidente difficoltà in cui si è infilato il centrodestra”. Lo affermano in una nota i consiglieri dem Diego Moretti (capogruppo), Franco Iacop ed Enzo Marsilio a margine della discussione sul disegno di legge 145.
“L’abrogazione della legge sulle portatrici carniche -evidenziano – avrebbe stracciato un iter, condiviso da tutte le forze politiche, volto a riconoscere il ruolo della donna durante il conflitto mondiale e il sacrificio di queste figure”.

«Promuovere il ricordo delle portatrici carniche, esempio di forza, coraggio, solidarietà e dedizione, è un atto doveroso. Biasimiamo il tentativo della giunta Fedriga di abrogare la legge regionale che ne promuove la valorizzazione della memoria, stoppato dalla ferma opposizione delle minoranze e che ora ritorna all’attenzione della V Commissione. Come Gruppo Consiliare abbiamo presentato un emendamento contrario all’abrogazione della norma che, per quanto necessiti di un’attualizzazione, contempla, però, una serie di iniziative meritevoli per ricordare le portatrici carniche e, in generale, il ruolo delle donne tra le due guerre mondiali». Lo afferma, in una nota, il capogruppo del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo, a margine della discussione sul disegno di legge 145.

 

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?