Seguici su

Cronaca

Liguori sulla sanità Fvg: «In 2 casi su 3 non sono rispettati i tempi di erogazione»

«Oltre al coinvolgimento dei privati si può sapere come si intendono gestire le richieste di salute dei cittadini?»

Pubblicato

on

FVG – «In 2 casi su 3 non sono rispettati i tempi di erogazione». Così la consigliera regionale dei Cittadini, Simona Liguori, che negli ultimi mesi ha presentato numerosi atti per conoscere dalla Giunta regionale lo stato della situazione dei tempi d’attesa per le prestazioni sanitarie.

«Dal documento sulle liste d’attesa che abbiamo ricevuto si nota chiaramente come, nel 2020, per l’Azienda sanitaria Universitaria Friuli Centrale, troppe poche volte la visita viene realizzata nelle tempistiche indicate per le prestazioni differite e anche per le programmate, che già prevedono 4 mesi d’attesa: ad esempio per le visite endocrinologiche si rispettano i tempi solo nel 22-25% dei casi, per una mammografia bilaterale programmata soltanto nel 49%, per una colonscopia programmata nel 35%, fino alla visita dermatologica dove si supera appena il 30%. Se questo è il quadro a titolo esemplificativo, la situazione complessiva, su 64 tipologie di visite, evidenzia che in 2 casi su 3 non sono rispettati i target regionali – afferma la consigliera, che continua la sua analisi -. Insomma, la situazione è critica e il motivo non va ricercato soltanto nelle conseguenze dell’emergenza sul sistema sanitario. Infatti i dati del 2020, certamente condizionati dalla pandemia, non si differenziano di molto rispetto a quelli del 2019, ai tempi dell’Azienda sanitaria Universitaria integrata di Udine. Il rispetto dei target, anche due anni fa, era assicurato in ben poche occasioni. In attesa di sentire l’assessore in Commissione Sanità ci domandiamo: oltre al coinvolgimento dei privati si può sapere come si intendono gestire le richieste di salute dei cittadini?»