Seguici su

Economia

Dalla giunta ok al mini assestamento da 70 milioni di euro

30 milioni di euro andranno al settore della Sanità, 4 milioni serviranno per l’interporto di Trieste

Pubblicato

on

FVG – La giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale alle Finanze, ha approvato il ddl sulle misure finanziarie intersettoriali ovvero il mini assestamento autunnale che vale oltre 70 milioni di euro.
Una manovra alla quale si potrà comunque affiancare, come ha evidenziato l’esponente della Giunta del Friuli Venezia Giulia, un’allocazione di risorse aggiuntive frutto di un’ulteriore razionalizzazione e ottimizzazione delle disponibilità finanziarie prevista prima della fine dell’anno, a fine novembre.

Nel dettaglio, le risorse messe a disposizione del sistema regionale, reperite dall’avanzo disponibile che non era stato utilizzato nell’assestamento estivo nonché dell’accertata disponibilità di maggiori entrate, prevedono: 30 milioni di euro alla Sanità, 4 milioni per l’interporto di Trieste per attività infrastrutturali e di potenziamento del programma di investimenti, 3 milioni per il bonus benzina per garantire la copertura dell’agevolazione con la scontistica attuale fino a fine anno e 1 milione per la cultura per lo scorrimento della graduatoria sul bando 2021 del progetto europeo Italia-Slovenia Diva volto alla selezione di progetti pilota per la creazione di nuovi prodotti o servizi derivanti dalla collaborazione fra Pmi tradizionali e imprese culturali e creative.

Una parte cospicua dell’assestamento, 33 milioni di euro, è destinata invece all’accantonamento delle risorse per far fronte alle risultanze del bilancio finale della liquidazione, in atto, e del piano di riparto del Consorzio per lo sviluppo industriale della zona dell’Aussa Corno. Liquidazione che sarà determinata dal commissario e per la quale la Regione ha creato un apposito fondo per essere pronta a farvi fronte.