Seguici su

Cronaca

Individuato l’autore della rapina alla tabaccheria di Cervignano del Friuli

Un 21enne ha ammesso le proprie responsabilità. “L’ho fatto per le difficoltà economiche in cui mi trovo”, ha detto

Pubblicato

on

CERVIGNANO DEL FRIULI – L’indagine del Norm – Aliquota Operativa della Compagnia carabinieri di Palmanova, in collaborazione con la stazione carabinieri di Cervignano del Friuli e sotto la direzione del pubblico ministero Elisa Calligaris, traeva origine in seguito ad una rapina, a mano armata di coltello, verificatasi nel pomeriggio del 10 settembre ai danni di una tabaccheria di Cervignano del Friuli, in via Aquileia.

In tale occasione, un soggetto travisato e armato di un grosso coltello da cucina, incurante della presenza di alcuni clienti all’interno della tabaccheria, aveva perpetrato una rapina, che gli aveva fruttato alcune decine di euro, per poi darsi alla fuga a bordo di una bicicletta, riuscendo a far perdere le proprie tracce nonostante la vittima non si fosse persa d’animo e avesse cercato di inseguirlo.
L’intervento tempestivo dei militari della locale stazione carabinieri di Cervignano del Friuli che, avevano subito raccolto le testimonianze dei clienti dell’esercizio commerciale, involontari testimoni della rapina, aveva consentito ai colleghi del Norm – Aliquota Operativa – della Compagnia carabinieri di Palmanova di avviare e indirizzare le conseguenti indagini.

Le investigazioni, che si articolavano sul campo attraverso l’analisi dei possibili itinerari percorsi dal malvivente per avvicinarsi all’obiettivo e per garantirsi poi la fuga, avevano permesso, grazie alla collaborazione fornita da alcuni privati e da alcune ditte del luogo, di raccogliere una serie di elementi che avevano consentivano di dare un volto e una fisionomia al soggetto resosi responsabile dell’azione criminosa e di immortalare il velocipede del quale lo stesso si era servito nel corso dell’azione.
Ben presto l’analisi e l’inferenza delle informazioni raccolte, avevano messo gli investigatori sulle tracce di un soggetto incensurato del luogo, le cui caratteristiche fisiognomiche erano compatibili con quelle dell’autore della rapina. La perquisizione operata presso la residenza del soggetto aveva permesso, infine, di rinvenire i capi di abbigliamento, il coltello da cucina e la bicicletta dei quali l’uomo si era servito per perpetrare il reato.
Nei giorni scorsi, si è tenuto l’interrogatorio disposto dall’autorità giudiziaria nel corso del quale K.C, 21 enne di Cervignano del Friuli, ha ammesso le proprie responsabilità e spiegato le difficoltà economiche che l’avevano indotto a improvvisarsi rapinatore.