Seguici su

Cronaca

Chiusa la due giorni di festa per i 60 anni delle Frecce Tricolori

Spazio anche alla Formazione Legend e alle pattuglie acrobatiche di Polonia, Svizzera, Spagna e Finlandia

Pubblicato

on

RIVOLTO – Si è chiusa la due giorni di festa per i 60 anni della Pattuglia acrobatica nazionale all’aerobase di Rivolto. Cancelli aperti a partire dalle 10 del mattino per accogliere gli 8.500 spettatori riusciti a prenotarsi per l’evento.

Come avvenuto il giorno precedente, quando altre 8.500 persone hanno avuto accesso all’Air Show, oltre al codice rilasciato al momento della registrazione, è stato necessario esibire il Green pass. Un obbligo che non ha fermato gli appassionati di Frecce Tricolori, ma ha causato qualche rallentamento ai vachi di accesso.

Tutti sono entrati nella base e hanno preso posto sulle sedie posizionate a ridosso della pista. Domenica il sole ha lasciato spazio a un meteo incerto, con qualche scoscio di pioggia che è caduto anche a Rivolto, ma senza rovinare la festa dei presenti, giunti da tutta Italia per festeggiare il compleanno della Pan.

Le prime esibizioni sui cieli di Rivolto sono cominciate alle 12.30, con l’alternarsi degli aerei e degli elicotteri dei diversi assetti dell’Aeronautica Militare: HH-101A, HH-139A, TH-500, C-27J – RSV, T-346A – RSV, Eurofighter F-2000A – RSV, G-550 CAEW, KC-767A. E’ stato possibile vedere anche il C-130J, modello utilizzato qualche giorno fa per l’evacuazione dei civili da Kabul.

Spazio anche alla Formazione Legend e alle pattuglie acrobatiche di Polonia, Svizzera, Spagna e Finlandia. Il clou di giornata, però, c’è stato alle 18, con la discesa in pista delle Frecce Tricolori, con il brutto tempo che ha lasciato uno spiraglio, regalando uno scenario mozzafiato al momento dell’esibizione.