Seguici su

Basket

L’OWW è un rullo compressore: battuta anche Verona in Supercoppa

Pubblicato

on

Giuri al tiro contro Verona

UDINE – Dopo Mantova, sconfitta in trasferta per 79 a 61, nella Supercoppa di Lega anche Verona cade sotto i colpi dell’OWW Udine che vince al Carnera contro i veneti per 72 a 62. Il ritorno in Friuli degli ex Ramagli e Penna (applauditi dal pubblico presente) non è stato dei più felici a causa di un’altra prova solida della formazione guidata da coach Boniciolli. Le vittorie nel memorial Pajetta ed in Supercoppa hanno uno stesso filo conduttore secondo l’allenatore dei bianconeri: “E’ una storia che continua su basi molto solide, con gli avversari tenuti a 60 punti, con 40 o più rimbalzi presi, in cui coloro che partono dalla panchina segnano più di quelli che partono titolari. Lo spartito non è cambiato e questo è molto importante perché stiamo lavorando per avere delle certezze”.

E le certezze, pur essendo ancora in precampionato, non sono poche in casa APU. Parlare dei singoli giocatori, soprattutto in questa fase di stagione, sarebbe inappropriato, ma è abbastanza evidente che l’asse playmaker (Giuri/Cappelletti) – pivot (Walters/Pellegrino) si sta dimostrando di ottima qualità e sembra foriero di belle soddisfazioni, così come la difesa di squadra, con i giocatori disposti a sbucciarsi le ginocchia sui palloni vaganti, sembra già essere a buon punto.

Se proprio si deve trovare una pecca alla formazione del presidente Pedone è quella di andare troppe volte al tiro allo scadere dei 24”: vero che molto spesso i friulani il canestro lo centrano comunque (si vedano i canestri di Cappelletti e Giuri), ma per il campionato bisogna auspicare che l’azione dell’OWW possa giungere in tempi più brevi alla conclusione.

Domenica, per l’ultimo episodio delle qualificazioni di Supercoppa, Udine sarà di scena in trasferta contro Orzinuovi. I bresciani, sconfitti in casa da Mantova nel secondo turno, saranno l’ultimo ostacolo da superare per la qualificazione alle Final-8 che si giocheranno a Lignano Sabbiadoro il 24-26 settembre prossimi.

APU OLD WILD WEST UDINE – TEZENIS VERONA 72-62 (19-13, 45-33, 60-52)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 12 punti, Walters 15, Pieri, Antonutti 6, Esposito 8, Giuri 14, Nobile 3, Lautier, Pellegrino 6, Italiano 5, Azzano ne, Ebeling 3. All. Matteo Boniciolli.

TEZENIS VERONA: Adobah ne, Caroti 6, Johnson 6, Candussi 12, Nonkovic ne, Rosselli 2, Pini 6, Anderson 5, Penna, Udom 12, Grant 13. All. Alessandro Ramagli.