Seguici su

Cronaca

Via libera al progetto di via Ramandolo: nuovo parcheggio da 36 posti

Michelini: “Opera strategica non solo per via Ramandolo e le aree limitrofe, ma per l’intero quartiere di Chiavris”

Pubblicato

on

UDINE – La giunta ha approvato il progetto definitivo di sistemazione di via Ramandolo.  “Si tratta – ha commentato il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Loris Michelini – di un intervento che i cittadini e le molte attività presenti nella zona di Chiavris aspettavano da decenni e che impatterà positivamente sull’intero quartiere perché, con questi lavori, andremo non solo ad allargare la strada e a risistemare i marciapiedi oggi completamente sconnessi o del tutto assenti, ma anche ad alleggerire la pressione che la presenza dell’Ospedale esercita sull’area attraverso la realizzazione di trentasei nuovi stalli, di cui due riservati alle persone con disabilità, che sorgeranno sul terreno privato attualmente inutilizzato adiacente al parco Berzanti”.  Attualmente via Ramandolo, strada a doppio senso di circolazione, prevede la possibilità di sosta in linea lungo il lato ovest fino all’intersezione con via Tolmezzo mentre, con il nuovo assetto, verranno creati trentasei stalli di cui venticinque interni all’area, nella quale si procederà da sud a nord, e dieci affacciati sul lato ovest della via. Uno dei due stalli per i disabili sarà collocato su via Tolmezzo, alla sinistra dell’imbocco del parcheggio.

“La disposizione a spina di pesce degli stalli posizionati sulla via – prosegue Michelini – ci permetterà di allargare la strada garantendo così un migliore deflusso del traffico e il fondo dei parcheggi, realizzato in materiale drenante, sarà conforme alle norme in materia ambientale che prevedono la riduzione del consumo di suolo”. “Il marciapiedi sul lato est, completamente dissestato a causa delle radici degli alberi cresciuti a pochi metri di distanza, sarà completamente rifatto mentre quello sul lato occidentale sarà realizzato ex novo, dal momento che oggi il passaggio pedonale consiste in un sentiero in terra battuta. Tale passaggio sarà situato internamente rispetto alla strada, e per la precisione alla convergenza tra gli stalli a spina di pesce siti nell’area e quelli affacciati sulla via, e sarà affiancato da un’area verde dotata di piccole aiuole in cui saranno piantati alberi e collocati impianti di illuminazione rivolti sui due lati del parcheggio. In corrispondenza dell’uscita, sul lato nord di via Ramandolo, sarà inoltre realizzato un attraversamento pedonale”.

“Quest’opera risulta quindi strategica non solo per via Ramandolo e le aree limitrofe ma per l’intero quartiere di Chiavris, i cui residenti ed esercenti vedranno finalmente ridursi l’impatto del traffico e la pressione che questo esercita sulla zona a causa della scarsità di parcheggi, con il conseguente aumento della sicurezza non solo dei pedoni e dei ciclisti ma anche degli automobilisti”, conclude Michelini.