Seguici su

Economia

CrediFriuli, il bilancio semestrale si è chiuso con un utile netto di 8,3 milioni di euro

Più conti correnti (900) e boom di mutui casa (500). Già acquistati 400 crediti fiscali per 13 milioni di euro

Pubblicato

on

UDINE – Un utile netto di 8,3 milioni di euro, un boom di erogazioni di mutui casa (500 in soli sei mesi) e un’impennata nella crescita dei conti correnti (900) sono stati alcuni dei più evidenti risultati del primo semestre 2021 di CrediFriuli, guidata dal presidente, Luciano Sartoretti e dal direttore generale, Gilberto Noacco. Al 30 giugno 2021, inoltre, le masse operative hanno raggiunto i 2,67 miliardi di euro, aumentate di oltre 300 milioni di euro in un anno (+13,3 per cento su giugno 2020), grazie al contributo della raccolta globale pari a 1,67 miliardi di euro, con la diretta che sale dell’11,1 per cento e l’indiretta del 13,2 per cento, ma anche degli impieghi che segnano quota 998 milioni di euro (+16 per cento su giugno 2020). Il patrimonio della banca ha superato i 160 milioni di euro.

«Comprendere subito le conseguenze e gli effetti procurati dalla crisi pandemica per metterci nella condizione di proporre soluzioni concrete a chi ne aveva bisogno, è stato il principale impegno della nostra banca nel primo semestre di quest’anno – afferma Sartoretti –. Per questo, mi sento di ringraziare i nostri 170 collaboratori per la professionalità e l’impegno straordinario messi in campo, che ci hanno consentito di confermare la fiducia di soci, clienti e risparmiatori». «Siamo molto soddisfatti dei risultati conseguiti nel semestre – sottolinea Noacco – durante il quale è stato davvero distintiva la nostra utilità sul fronte delle agevolazioni all’edilizia, comparto dove stiamo svolgendo un ruolo consulenziale a 360 gradi a favore di persone e imprese del territorio, che vengono sostenute nell’accesso agli straordinari benefici disposti dalle normative vigenti (bonus facciate, 110 per cento, ecobonus, ristrutturazioni). A fine semestre, dopo aver maturato un anno di esperienza, abbiamo intermediato oltre 13 milioni di euro di crediti fiscali, a beneficio di circa 400 clienti».

Sono stati sei mesi intensi e di grande soddisfazione, dunque, quelli di CrediFriuli, una banca sempre vicina fisicamente al territorio, alle persone e alle associazioni che lo abitano, ma che, nell’ottica di garantire ai propri clienti la multicanalità di fruizione dei servizi, già da diversi anni ha largamente investito in tecnologia e sviluppo di professionalità specifiche e funzionali allo scopo. Un progetto che, come testimoniato dal crescente ricorso della clientela agli Atm evoluti e all’Internet banking, è stato indubbiamente molto apprezzato tanto che, oramai, i pagamenti sono effettuati per il 75 per cento da canali in remoto e oltre il 40 per cento dei versamenti di contante e assegni sugli Atm evoluti.