Seguici su

Cultura

Contaminazioni Digitali chiude con Pino Roveredo

Pubblicato

on

TURRIACO – Accanto al focus scelto per la quinta edizione (Amori ideali), Contaminazioni Digitali, grazie alla confermata collaborazione con “ARS. Arti Relazioni Scienze”, ha proseguito, anche nel 2021, il suo percorso di esplorazione del dialogo fra “Arte e scienza”. ARS, infatti, è una rassegna che propone una programmazione nell’ambito del teatro, della danza del video dedicata al dialogo tra arti performative e scienze, ospitando spettacoli e performances che vedono la collaborazione tra drammaturghi, registi, attori e danzatori, da un lato, e scienziati, ricercatori e divulgatori dall’altro, mettendo al centro dell’attenzione alcuni dei temi di grande rilevanza sociale oltre che scientifica.

IL PROGRAMMA DELL’11 LUGLIO CON ARS – Gli alberi da cui attingere saggezza; la natura, con i suoi colori, le sue forme, le sue peculiarità irripetibili, capaci di stupirci sempre. Il calendario congiunto Contaminazioni Digitali-ARS condurrà il pubblico alla scoperta dei lati meno scontati e conosciuti dell’ambiente che ci circonda. E quale posto migliore per farlo se non il Parco dell’Isonzo, a Turriaco? Lì, per un’intera giornata, quella dell’11 luglio, si comincerà l’esplorazione già dal mattino. Alle 11 (in replica alle 17) prenderà il “Alberi Maestri”, una performance itinerante con cuffie wi-fi alla scoperta del mondo degli alberi e delle piante, principio e metafora della vita stessa. Quanto sappiamo davvero degli alberi, della infinita complessità del mondo vegetale? In realtà quasi nulla, e proprio per questo tendiamo a non considerarli come la parte più essenziale della vita sulla Terra. In Alberi maestri parola, suono, cammino, attraversamento, installazioni e contatto si fondono in un percorso sensoriale che passa attraverso 19 quadri, dislocati lungo un cammino che varia a seconda del paesaggio.

Sempre al parco dell’Isonzo ultima data per Peaceful Places, dalle 16 alle 20 (ogni 8 minuti). In contemporanea sarà possibile visitare l’installazione in Realtà Virtuale “A Forest” del collettivo olandese composto da T.S. Anna e Adri Schokker. Ci sarà poi il doppio appuntamento con “Tracce intorno a noi” (alle 17 e alle 18.30): un’esplorazione per indagare le caratteristiche dei materiali che ci circondano ma che non sono percepibili alla vista o al tatto. Un’esperienza per scoprire la composizione delle superfici naturali o artificiali utilizzando strumenti scientifici analogici e digitali. Un laboratorio per catturare le tracce lasciate dalle superfici con la tecnica del frottage. Un tempo per esercitare un’osservazione che vada oltre la superficie delle cose. Un appuntamento pensato per i più piccoli intanto che i genitori sono impegnati nell’esplorazione delle altre proposte del festival.

La quinta edizione di Contaminazioni si chiuderà alle 19 di domenica 11 luglio con Pino Roveredo che affronterà, a suo modo, il racconto degli amori ideali a partire dai testi di alcuni grandi cantautori italiani, da Fabrizio de Andrè a Giorgio Gaber.

FESTIVAL URBANO MULTIMEDIALE – Contaminazioni digitali, spin-off di I In\visible Cities, è un progetto a cura del Comune di Turriaco, organizzato dall’associazione 4704, co-finanziato da Regione Friuli-Venezia Giulia, Camera di Commercio della Venezia Giulia e da SCENA UNITA – per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo, un fondo privato gestito da Fondazione Cesvi – organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente, fondata a Bergamo nel 1985 – in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub. È in rete con Intersezioni e Bando Open Creazione Urbana contemporanea. Il progetto è organizzato in collaborazione con ARS. Arti, relazioni, scienze. Il progetto ARS. Arti Relazioni Scienze e promosso dal comune di Gradisca d’Isonzo con il finanziamento della Regione Friuli-Venezia Giulia.

Info: contaminazionidigitali | Facebook | segreteria@quarantasettezeroquattro.it |