Seguici su

Cronaca

Da sabato 10 luglio torna il collegamento marittimo tra Lignano e Grado

Sono previsti quattro servizi giornalieri, due all’andata e due al ritorno, dal martedì alla domenica, fino al 3 ottobre

Pubblicato

on

LIGNANO – Sarà attivata a partire da sabato 10 luglio la nuova linea di trasporto pubblico marittimo tra Lignano e Grado. Inserito e finanziato quale servizio sperimentale nell’ambito del progetto strategico Mimosa, a valere sul programma di cooperazione transfrontaliera Interreg Italia-Croazia 2014-2020, il nuovo collegamento – che prevede anche il trasporto delle biciclette – va a completare l’offerta di servizi marittimi stagionali pianificati dalla Regione ed affidati alla società consortile Tpl Fvg.
“La nuova linea – spiega l’assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti – collegherà le due località turistiche con quattro servizi giornalieri, due all’andata e due al ritorno, dal martedì alla domenica, fino al 3 ottobre. L’orario sarà strutturato in modo da risultare complementare alla linea Trieste-Grado; ciò darà la possibilità di spostarsi anche via mare da Trieste a Lignano e viceversa in giornata, con un tempo di permanenza tale da essere appetibile per una gita giornaliera nelle rispettive località. Il servizio è
stato sub-affidato da Tpl Fvg, su autorizzazione dell’Amministrazione regionale, alla stessa società di navigazione veneta che opera i collegamenti tra Trieste e Grado”.

Per quanto riguarda il regime tariffario, raggiungere Grado da Lignano costerà 7,20 euro (andata) e 10,80 euro (andata e ritorno). Molto convenienti sono le formule in abbonamento: quello nominativo di 10 corse costa 28,80 euro, mentre per 50 corse il costo è di 57,60 euro. La tariffa per il trasporto della bicicletta è invece di soli 0,90 euro. Ai possessori di Fvg Card è riconosciuto un viaggio andata/ritorno gratuito per un adulto con un bambino under 12.
“Con questa nuova linea – spiega ancora Pizzimenti – la Regione amplia in misura significativa la propria offerta di servizi marittimi, anche a beneficio del cicloturismo. È infatti previsto il trasporto delle biciclette, a supporto di una intermodalità sostenibile quale quella bici-barca. Grazie al finanziamento garantito dal progetto Mimosa – conclude l’assessore regionale – la sperimentazione di questa nuova linea sarà estesa anche alla stagione estiva 2022, con un avvio che auspichiamo possa avvenire già a partire da fine maggio”.