Seguici su

Cronaca

Cercivento tra salute, turismo e natura con lo scienziato Mauro Ferrari

Venerdì 9 luglio passeggiata nel borgo carnico e convegno “Frammenti di vita”

Pubblicato

on

CERCIVENTO – Il suo obiettivo è promuovere la salute delle persone insieme alla socializzazione, alla valorizzazione del territorio, alla salvaguardia dell’ambiente e alla promozione turistica. Si tratta del progetto “Fvg in movimento, 10mila passi di salute”, messo a punto da Federsanità Anci Fvg, che venerdì 9 luglio fa tappa a Cercivento. Nel borgo alla confluenza tra Valcanalda e Valle del But, il Comune ha organizzato una giornata per approfondire il tema dei benefici prodotti dall’attività motoria con un’escursione alla scoperta di uno dei tanti sentieri presenti sul territorio. Tra gli ospiti attesi ci sarà lo scienziato Mauro Ferrari, friulano che è riuscito a diventare un riferimento in tutto il mondo per le sue ricerche sulle nanotecnologie per il contrasto ai tumori.

Il primo appuntamento è in programma alle ore 15 all’imbocco del sentiero “Quattro passi tra storia, arte e cultura”. Interverranno il sindaco Valter Fracas, il presidente di Federsanità Anci Fvg Giuseppe Napoli, il referente di AsuFc Gianni Borghi e i rappresentanti di Regione Fvg e Promoturismo Fvg. Sarà illustrato l’itinerario lungo 8 chilometri, e per la dimostrazione pratica ci sarà anche Ferrari. Si tratta di un tracciato percorribile sia a piedi sia in bicicletta, che si snoda tra strade asfaltate e sterrate, alla portata di tutti. Prende il via dalla località “Plan da Farie”, nelle vicinanze dell’antica fucina-museo “Farie di Checo”. Tra i campi di erbe officinali e i mosaici realizzati da padre Marko Ivan Rupnik, di raggiunge la frazione di “Vidâl” e il suo lavatoio, dove si sceglie se proseguire o rientrare al punto di partenza. Il secondo tratto del percorso, sterrato lungo la pista forestale, è completamente immerso nella natura ed è adatto a sportivi, famiglie o escursionisti meno esperti. Il giro si conclude nella piazza della Pieve, dove si possono ammirare i mosaici della Scuola mosaicisti di Spilimbergo e la casa canonica, risalente ai primi del ‘600, le cui volte sono state recentemente affrescate dal maestro Paolo Orlando.

Dalle ore 21 è in programma il convegno “Frammenti di vita” nella Pieve di San Martino, che vedrà protagonista lo scienziato e padre della Nanomedicina Mauro Ferrari a colloquio con Tiziana Del Fabbro, segretaria regionale di Federsanità Anci Fvg e con e don Harry Della Pietra. Il convegno è organizzato dal Comune di Cercivento e dalla Pieve di San Martino in collaborazione con Federsanità Anci Fvg  e con Una Bibbia a Cielo Aperto. I posti sono limitati ed è necessaria la conferma della presenza entro il 6 luglio inviando una mail a info@unabibbiaacieloaperto.it. Ferrari attualmente è presidente e ceo di BrYet Pharma e membro decano del consiglio d’amministrazione di Arrowhead Pharmaceuticals. In precedenza, è stato presidente dello Houston Methodist Research Institute e vicepresidente esecutivo dello Houston Methodist Hospital System, annoverato fra i 20 migliori ospedali negli Stati Uniti. Dal primo gennaio all’8 aprile 2020 è stato presidente del Consiglio Europeo della Ricerca. Inoltre, Mauro Ferrari è stato Senior Associate Dean e Professore di Medicina presso la Weill Cornell Medical School di Manhattan, New York, e di ingegneria all’Università della California a Berkeley. E’ stato presidente e ceo di Dompé X-Therapeutics, e continua a collaborare con Dompé Farmaceutici sullo sviluppo di una nuova generazione di terapie che combinano intelligenza artificiale, matematica multiscala, nanotecnologie e farmaceutica. Il suo laboratorio accademico attualmente si trova presso l’Università di Washington a Seattle, dove continua a sviluppare nuovi farmaci per il cancro. Ha pubblicato oltre 500 articoli scientifici e 7 libri. È inventore di oltre 50 brevetti negli Usa e nel mondo e ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti nel campo della scienza.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?