Seguici su

Cultura

Festival di Majano, il 23 luglio al via la 61esima edizione

Fino al 15 agosto nella cittadina del Friuli collinare si susseguiranno decine di eventi fra concerti, happening gastronomici, mostre d’arte, premiazioni, incontri e visite sul territorio

Pubblicato

on

MAJANO – Conto alla rovescia per la partenza del 61° Festival di Majano, la rassegna musicale, culturale, gastronomica del comprensorio collinare che, dopo l’edizione 2020, che l’ha vista fra le poche manifestazioni a proseguire la sua attività, riparte di slancio presentando oggi il calendario completo dell’edizione 2021. Dal 23 luglio al 15 agosto nella cittadina del Friuli collinare si susseguiranno decine di eventi fra concerti, happening gastronomici, mostre d’arte, premiazioni, incontri e visite sul territorio. Il programma completo della manifestazione è consultabile sul sito www.promajano.it. Il Festival di Majano è organizzato dalla Pro Majano, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismo FVG, il Comune di Majano, l’Associazione regionale tra le Pro Loco, la Comunità Collinare del Friuli, il Consorzio tra le Pro Loco della Comunità Collinare. Radio Company è la radio ufficiale del festival.Tutte le info su www.promajano.it .

Dopo il prologo con l’evento “Sunset in the Castle – Degustando il FVG”, che vedrà il dj internazionale Joe T. Vannelli protagonista il 4 luglio al Castello di Susans, a inaugurare la 61° edizione sarà Antonello Venditti, che a Majano porterà il suo tour “Unplugged Special 2021”, venerdì 23 luglio. Un concerto che ripercorrerà in versione acustica le più importanti canzoni del suo straordinario repertorio, tra cui troviamo hit memorabili come “Giulio Cesare”, “Ci vorrebbe un amico”, “Roma Capoccia”, “Notte prima degli esami”, “Amici mai”, “Grazie Roma”, “Benvenuti in paradiso”. Il 4 agosto sarà la volta di Ernia, nuova star della trap italiana, capace di farsi strada grazie a dischi di grande successo quali “Come uccidere un usignolo” (disco di platino), “68” (disco di platino), e soprattutto “Gemelli” (doppio disco di platino), che contiene la hit “Superclassico”, fra le canzoni più passate dalle radio italiane degli ultimi mesi. Venerdì 6 agosto un altro grande nome del cantautorato italiano, Marco Masini che, dopo aver festeggiato i 30 anni di carriera, porterà in giro per la penisola e a Majano il suo tour “ElettroAcustico 2021”. Sabato 7 agosto ecco la band simbolo del rock elettronico italiano, i Subsonica, che porteranno sul palco dell’Area Concerti il tour estivo che celebra i 25 anni di carriera e di grandi successi del gruppo torinese. Venerdì 13 agosto un altro nome molto amato dal pubblico giovane, Michele Bravi, che torna con un nuovo disco, dal titolo “La Geografia del Buio”, e una nuova tournée live a distanza di quattro anni dal disco d’oro “Anima di Carta”. Una serata evento totalmente dedicata al mito di Freddie Mercury e dei suoi Queen, è quella in programma sabato 14 agosto con l’apprezzato tributo dei 6 Pence, che proporrà una scaletta con il repertorio dei Queen a 360 gradi. I concerti di Venditti, Ernia, Masini, Bravi, Subsonica e 6 Pence sono organizzati da Zenit srl e Pro Majano. I biglietti per gli spettacoli sono in vendita sul circuito Ticketone, info e punti autorizzati su www.azalea.it

Grande ritorno a Majano anche per l’evento “80 Festival Live”, la festa organizzata da Radio 80 e Radio Company e dedicata agli amanti di questo decennio musicale (30 luglio). Ospite speciale della serata sarà l’icona Ivana Spagna, il ricavato della serata (prezzo simbolico di 5 Euro + diritti di prevendita) sarà devoluto al comprensorio scolastico di Majano e Forgaria. Confermato l’appuntamento con l’evento benefico “Vicino a te”, dopo la prima fortunata esibizione del 2020, che ha permesso di donare ben 4 mila Euro per implementare il sistema di informatizzazione del reparti di terapia intensiva dell’ospedale di Udine. L’11 agosto l’evento si ripeterà, questa volta sotto forma di talent/varietà, che vedrà la partecipazione di alcuni fra i più amati artisti del Friuli-Venezia Giulia: i barzellettieri Sdrindule e Galax, il violinista Pierpaolo Foti, la band Absolute Five, Mago Deda, Oasi Danze e Circo all’incirca. Grandi personalità comporranno anche la giuria della serata: Fabrizio Nonis, il popolarissimo Beker, Marina Presello, giornalista e volto di Sky, Alessandro Pomarè il Poma. La serata, il cui ricavato sarà devoluto anche quest’anno ai reparti di Terapia Intensiva dell’ospedale di Udine, sarà condotta dallo speaker radiofonico Igor Pezzi.
Tutte le serate del festival saranno allietate da un intrattenimento musicale che spazierà fra generi ed epoche. Sul palco di Piazza Italia si terranno infatti i concerti dell’ex voce dei Nomadi, Cristiano Turato (12 agosto), della band folk degli 88 folli con la straordinaria partecipazione di Finaz dei Bandabordò e Francesco Fry Moneti, fondatore dei Modena City Ramblers (15 agosto), di Timothy Cavicchini (25 luglio), Diatriba (8 agosto), Galao (14 agosto), Anni Ruggenti (23 luglio), Linea 80 (30 luglio), oltre ai tributi a Zucchero con gli O.I.&B. (31 luglio), Nirvana con I Love Disagio (29 luglio) e Coldplay con i LIVEPLAY (1 agosto).

Grazie all’intuizione ed al supporto del Maestro Giordano Floreancig, che ancora una volta ha supportato la Pro Majano con la grande collaborazione e la generosità di sempre, il contenitore del festival 2021 offre ai propri visitatori la Mostra dell’artista Antonio Cendamo, definito come il “Ligabue friulano” per le molteplici assonanze con lo stile di vita e pittorico che lo accomunano all’originale emiliano. Nato a Sacile nel 1951, la sua pittura si forma e si consolida in tempi e modi contrastanti, se non addirittura opposti al clima generale ed alle mode di quegli anni. Cendamo interpreta la figura umana con una concezione anticlassica della bellezza, dove le ombre di esseri reali ed irreali sono immagini che ci scuotono, agendo sul sistema nervoso sino ad esprimere l’inquietante ossessione della vita. Le sue opere hanno raggiunto il Salons Grands et Jeunes a Parigi, il Parker Exibition of Art di New York e la New Smith Gallery di New Orleans, solo per fare qualche esempio. Poi il declino, anche se l’artista non ha mai smesso di creare. Amato da molti collezionisti, è descritto come uno degli ultimi grandi pittori visionari italiani. La mostra sarà visitabile alla Sala d’Arte Ciro di Pers, durante tutte le serate del festival, dalle 18.00 alle 23.00. Serata dedicata alla consegna del Premio Pro Majano è invece quella di giovedì 5 agosto in Piazza Italia (19.30). Il Premio Pro Majano, che ogni anno viene conferito a un simbolo dell’eccellenza friulana in Italia e nel mondo, verrà assegnato quest’anno a Enzo Cainero, dirigente sportivo e organizzatore di eventi, inventore della tappa del Giro d’Italia che si conclude sullo Zoncolan. Cainero seguirà nell’albo d’oro del premio: Contrammiraglio Paolo Treu (2011), Dante Spinotti (2012), Giorgio Di Centa (2013), le Frecce Tricolori (2014), Chiara Cainero (2015), la Cineteca del Friuli (2016), Don Domenico Zanier (2017), Bruno Pizzul (2018), Don Alessio Geretti (2019) e Pietro Pittaro (2020). Diversi anche gli incontri culturali nel programma; giovedì 5 agosto alle 19.00 in Piazza Itala l’attore Dino Persello presenta “Ciclismo è poesia”; venerdì 6 agosto alle 18.00 l’associazione Rinascimento Poetico organizzerà invece la presentazione del libro “L’asilo dei Farlatti”; venerdì 13 agosto alle ore 18.00 l’Istituto Comprensorio di Majano e Forgaria organizzerà il progetto #scuolEstate dove si esibiranno gli alunni facendo teatro, musica e la premiazione dei giochi sportivi. L’inizio del Festival vedrà poi l’uscita del nuovo numero unico per il 2021 della rivista Majano Nuova, che approfondirà tutte le iniziative culturali in corso di programmazione e le attività con le città gemellate con Majano, darà spazio alle eccellenze del comprensorio majanese e alle tante realtà associative del territorio.

Per il terzo anno consecutivo si rinnova l’appuntamento con “A Spasso con il Festival sulla strada del Vino e dei Sapori”, le riuscitissime visite guidate a cantine, aziende e realtà economiche del nostro territorio, in collaborazione con la Promoturismo FVG – Strada del Vino e dei Sapori. Il primo appuntamento sarà sabato 7 agosto con partenza in corriera da Majano alle 14.00 in direzione de Scuola Mosaicisti del Friuli a Spilimbergo, per poi proseguire alla Cantina Vigneti Pittaro di Codroipo. Rientro a Majano previsto in serata per la cena di gruppo. Le visite andranno oltre la fine del festival con due appuntamenti fra settembre e ottobre. Il 19 settembre rotta verso la cantina Vini Puntin di Aquileia e il pranzo Alla Colombara, sempre ad Aquileia, per completare la visita a Grado. Domenica 17 ottobre, visita alla cantina e degustazione alla Rodaro Paolo Winery di Spessa a Cividale del Friuli, per proseguire il pranzo all’Agriturismo al Vecchio Gelso di Prepotto. Seguirà la visita del Birrificio Gjulia a San Pietro al Natisone per poi proseguire a visitare il centro storico di Cividale del Friuli. Info e prenotazioni al numero +39 349 0587353. Enogastronomia ancora protagonista nella degustazione guidata “61 posti per 61 anni” di sabato 24 luglio, appuntamento condotto dalla Dott.ssa Diana Candusso e dall’enologo Stefano Trinco. Al menù della serata ci penseranno gli chef Manuel Marchetti e Stefano Basello. L’evento sarà l’occasione per sancire il gemellaggio che Majano ha allacciato da anni con i comuni di San Zenone degli Ezzelini (Treviso) e Traversetolo (Parma), località che contribuiranno proponendo uno chef locale, i propri vini e pietanze, per una serata all’insegna dello scambio reciproco e dell’amicizia. Tre saranno anche gli appuntamenti dedicati alle due e quattro ruote: domenica 1° agosto alle 18.00 in Piazza Italia si terrà il raduno di auto storiche Topolino con il Club Amici della Topolino di Trieste; venerdì 6 agosto, sempre in Piazza Italia alle 18.00, ecco il 2° Raduno Vespa in collaborazione con il Vespa Club d’Italia – Udine; domenica 8 agosto alle ore 15.00 di scena il I° Raduno Ford Cosworth. Per tutta la durata del festival si susseguiranno poi appuntamenti dedicati ai più piccini, come i pomeriggi magici con il mago Gasp, i giochi di pittura, gli incontri con cantastorie e raccontastorie e i laboratori per grandi e piccoli.

Le eccellenze della gastronomia friulana, italiana e mitteleuropea sono da sempre un fiore all’occhiello del Festival di Majano. I visitatori potranno decidere di provare tre distinti menù in tre distinte aree tematiche. La Boutique della Brace, dove gustare lo strepitoso galletto allo spiedo, costa e salsiccia, e i Wurstel ripieni di formaggio arrotolati nella pancetta, il tutto annaffiato dall’ottima birra a caduta. Nella Cucina Centrale ecco la magnifica Wienerschnitzel con patate cucinata dagli “Amis di San Martin” e le proposte di Integraldo, cucina sana, naturale e gustosa adatta a ogni tipo di intolleranza. L’Angolo della bontà l’immancabile filetto del festival proposto in quattro squisite varianti, oltre all’elegante spazio enoteca, dove sorseggiare i vini delle migliori cantine del territorio. Immancabile sarà lo spazio gestito da Cucina di Carnia, dove assaporare il frico morbido o friabile, i cjarsons alle erbe e gli gnocchi allo speck e ricotta affumicata. Nel giardino centrale la possibilità di gustare la strepitosa costata con 40 giorni di frollatura, proposta dalla macelleria Zamolo. Diverse saranno le degustazioni mirate programmate per domenica 25 luglio, con i formaggi di malga, domenica 1° agosto, con i prodotti Azienda Lovison, domenica 8 agosto, con i calamari, e domenica 15 agosto con il pulled pork con hamburger di bufato, a cura di Bar Ristoro da Teresine. Per consultare la mappa del gusto e tutti i menù visitare il sito www.promajano.it.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?