Seguici su

Cronaca

La Regione Fvg pensa a una Giornata della riconoscenza per gli alpini

Il testo proposto sostiene e promuove attività dirette a diffondere, tenere vive e tramandare le tradizioni degli alpini, difenderne le caratteristiche, illustrarne le glorie e le gesta

Pubblicato

on

FVG – Un apprezzamento trasversale per ringraziare gli alpini, auspicando di pervenire a una legge priva di etichette politiche e in grado di rappresentare il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia nella sua completezza. Una condivisione a 360° per ora auspicata da tutti gli schieramenti a patto, ovviamente, che nelle prossime occasioni di valutazione vengano accolti ed elaborati i suggerimenti e gli spunti attesi anche da una serie di audizioni. Massima condivisione, dunque, durante i lavori della V Commissione che, presieduta da Diego Bernardis (Lega), era chiamata a seguire l’illustrazione della proposta di legge 137 dedicata alla Riconoscenza alla solidarietà e al sacrificio degli alpini. Per procedere all’esame del documento, invece, sarà necessario attendere una successiva convocazione, giacché è necessario anche il parere preventivo per le parti di competenza da parte della VI Commissione, rappresentata nella circostanza dal suo presidente Giuseppe Sibau (Progetto Fvg/Ar).

L’iniziativa è stata illustrata dal suo primo firmatario Elia Miani (Lega) che, inizialmente affiancato da altri dieci colleghi del Carroccio, ha trovato progressivamente anche le adesioni del Gruppo del Progetto Fvg/Ar (Mauro Di Bert, Edy Morandini e lo stesso Sibau) e, in aula, anche del capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Nicoli. Attraverso i suoi 10 articoli (suddivisi in 2 titoli che disciplinano, rispettivamente, i principi e le finalità, nonché le azioni di promozione e gli interventi di sostegno), la pdl mira a promuovere lo spirito di solidarietà e di volontariato che anima l’Associazione nazionale Alpini (Ana), trasmettendone i valori storici, sociali e culturali, soprattutto alle giovani generazioni. Inoltre, viene suggerito che il 6 maggio di ogni anno venga celebrata la Giornata della riconoscenza per la solidarietà e il sacrificio degli alpini in ricordo del terremoto del 1976.
“Il testo proposto – ha spiegato Miani – sostiene e promuove attività dirette a diffondere, tenere vive e tramandare le tradizioni degli alpini, difenderne le caratteristiche, illustrarne le glorie e le gesta, valorizzarne il patrimonio storico e culturale. Un intervento incisivo e sistematico – così lo ha definito – diretto a riconoscere le attività degli alpini, corpo indissolubilmente legato alla nostra terra”.

Un obiettivo da raggiungere attraverso la promozione nelle scuole, l’istituzione di borse di studio e il finanziamento di viaggi di istruzione e di eventi per incentivare lo studio della cultura letteraria, storica e musicale legata al corpo degli alpini. Vengono previste anche la conservazione e la valorizzazione di numerosi rifugi e bivacchi presenti in regione, nonché la concessione di contributi per raduni, cerimonie, manifestazioni, mostre, convegni e pubblicazioni.
Antonio Calligaris (Lega), prima di approfondire l’articolato e anticipando la massima apertura davanti a eventuali idee per il suo miglioramento, ha auspicato che “possa essere concesso il giusto valore alla proposta e, al tempo stesso, al contributo dell’Ana. Inoltre, mi auguro che sia possibile procedere a una serie di audizioni con i suoi rappresentanti a vantaggio di tutti i commissari”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?