Seguici su

Cronaca

Eccidio di Malga Bala: l’Arma ricorda i 12 carabinieri trucidati dai titini nel 1944

A causa del protrarsi dell’emergenza epidemiologica la cerimonia si è svolta senza la presenza del pubblico e dei familiari

Pubblicato

on

TARVISIO – L’Arma dei Carabinieri e la comunità tarvisiana, rappresentata dal suo primo cittadino, hanno reso omaggio ai 12 carabinieri trucidati il 25 marzo 1944 a Malga Bala (Slovenia), decorati di Medaglia d’oro al Merito civile alla memoria. La commemorazione è iniziata con la Santa messa nella chiesa “Santi Pietro e Paolo” di Tarvisio, concelebrata dal cappellano militare della Legione e dal parroco di Tarvisio.

Al termine della funzione religiosa e dopo la lettura della motivazione della Medaglia d’oro al Merito civile conferita il 27 marzo 2009 dal Presidente della Repubblica, il comandante della Legione carabinieri “Friuli Venezia Giulia”, generale di Brigata Antonio Frassinetto, accompagnato dal prefetto di Udine, Massimo Marchesiello, dal sindaco di Tarvisio, Renzo Zanette, e dall’ispettore regionale Anc, generale Michele Cristoforo Ladislao, ha deposto una corona d’alloro all’interno del tempietto adiacente alla chiesa, dove sono ancora custoditi i resti di sette dei dodici Caduti (gli altri sono stati nel tempo traslati e tumulati nei rispettivi paesi di origine). Gli Onori militari sono stati resi da una Guardia di Carabinieri in Gus.

A causa del protrarsi dell’emergenza epidemiologica la cerimonia in onore dei 12 Carabinieri si è svolta senza la presenza del pubblico e dei familiari dei caduti (tutti residenti al di fuori del Comune di Tarvisio).