Seguici su

Cronaca

La Cavarzerani torna zona rossa: positivi 3 migranti e 1 mediatore

Il provvedimento resterà in vigore fino al 6 marzo. Miani (Lega): “Spero che la situazione non venga strumentalizzata dai facinorosi”

Pubblicato

on

UDINE – A seguito del riscontro, da parte del Dipartimento di prevenzione, di tre casi di positività al Covid 19 tra i richiedenti asilo attualmente ospitati presso l’ex Caserma Cavarzerani e di un mediatore culturale, al fine di contrastare la diffusione del contagio è stata emessa in data odierna un’ordinanza contingibile e urgente che prevede il divieto di ingresso e di uscita dalla struttura, per chiunque non sia debitamente giustificato, dal febbraio al 6 marzo 2021.

“Apprendo che è stata disposta la quarantena collettiva, poiché si sono verificati tre casi di positività al Covid-19 tra i richiedenti asilo e uno fra i mediatori. Auspico vivamente che tale situazione non venga strumentalizzata da alcuni facinorosi, come purtroppo è già accaduto in passato, per inscenare pericolose e violente proteste che non fanno il bene di nessuno”. Lo afferma in una nota il consigliere regionale Elia Miani (Lega). “In questi momenti, le preoccupazioni principali – continua l’esponente del Carroccio – sono la sicurezza e la salute dei cittadini, degli operatori e delle Forze dell’ordine, così come degli stessi ospiti che trovano accoglienza all’interno della struttura”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?