Seguici su

Cronaca

Mozione di Fratelli d’Italia per la riapertura serale dei locali in Fvg

Chiesto un voto unanime in consiglio regionale

Pubblicato

on

FVG – “Abbiamo presentato una mozione nella quale chiediamo alla Giunta regionale di attivarsi con il Governo per permettere l’apertura dei locali al pubblico fino alle 22 di sera”. Così si sono espressi, in una nota, i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Claudio Giacomelli, Alessandro Basso e Leonardo Barberio riassumendo la loro mozione depositata in Consiglio regionale. “Si tratta – spiegano i tre esponenti di Fratelli d’Italia – di un’iniziativa di sostegno, anche a livello locale, di un’analoga proposta avanzata dal capogruppo al Senato di Fratelli d’Italia, Luca Ciriani, a livello nazionale”.

“Come Fratelli d’Italia – spiegano Giacomelli, Basso e Barberio – abbiamo presentato una mozione per sostenere le imprese della nostra regione, che più delle altre hanno subito e continuano a subire gli effetti economici negativi della crisi, derivante dall’emergenza Covid, chiedendo la riapertura serale dei ristoranti fino alle ore 22 nelle zone gialle e durante le ore diurne nelle zone arancioni”.
“Il tutto – precisano i consiglieri – chiaramente nel pieno rigoroso rispetto ed applicazione delle misure di sicurezza sanitaria”. “Fratelli d’Italia è stata sempre vicina alle categorie ed ai ristoratori, e in questi mesi attraverso una serie di iniziative, sia nazionali, sia locali, ha raccolto le loro legittime richieste. Dopo un anno di chiusure imposte dall’epidemia e di mancate promesse di ristori da parte del Governo – si legge ancora nella nota – riteniamo che sia necessario lanciare a tutto il settore della ristorazione il messaggio che è possibile tornare a lavorare in sicurezza. E questo anche alla luce dei nuovi criteri di valutazione del Cts”.

“Ci auguriamo – concludono Giacomelli, Basso e Barberio – che la nostra proposta sia votata all’unanimità dal Consiglio regionale e che il nuovo Governo la accolga, mettendo da parte l’arroganza che finora aveva contraddistinto il Conte bis”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?