Seguici su

Cronaca

Post ingiurioso con Liliana Segre: scoppia la polemica

Protagonista della vicenda il gestore di malga Pramosio a Paluzza

Pubblicato

on

PALUZZA – Un post “ingiurioso” nei confronti della senatrice a vita Liliana Segre è stato pubblicato, e poi rimosso, sul profilo Facebook di Marino Screm, gestore della malga Pramosio a Paluzza, dove avvenne un eccidio perpetrato da nazifascisti nel 1944. A denunciare l’accaduto, in una nota, è il presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Piero Mauro Zanin.

Nel post anche una foto della senatrice dove si evidenzia lo stipendio mensile e annuo, seguito dal commento “per una firma” e da altre parole in friulano, che tradotte suonano così: “questa cotenna di maiale non va bene nemmeno insieme ai crauti”.

Si tratta, condanna Zanin, di “un insulto ingiustificabile e vergognoso che non può passare inosservato, a maggior ragione se indegnamente formulato da colui che gestisce un bene regionale ad alto impatto simbolico quale Malga Pramosio e nei cui confronti si devono attivare immediate procedure di verifica”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?