Seguici su

Basket

Con Orzinuovi arriva ancora una sconfitta per una decimata OWW

Pubblicato

on

Esordio con Orzinuovi per Mussini

UDINE – L’Old Wild West, con soli otto effettivi a referto, perde, dopo un tempo supplementare, la sfida casalinga con l’Agribertocchi Orzinuovi per 76 a 72. E’ significativo che quella con i lombardi sia la terza sconfitta, la seconda di fila, in casa, mentre fuori dalle mura domestiche il percorso dei bianconeri è ancora netto. L’assenza di tifosi di questo strano campionato pesa, indubbiamente, sull’assenza del “fattore-casa” e le tre sconfitte ne sono una riprova.

Dicevamo di un’APU menomata perché oltre ad Amato (lombalgia) e Johnson (Coronavirus), con Orzinuovi coach Boniciolli non ha potuto contare nemmeno sull’apporto dell’ala Mobio e sui giovani Onyekachi Agbara e Matteo Schina, anch’essi risultati positivi al tampone. Ha potuto, però, fare esordire il play-guardia Federico Mussini, ex Reggio Emilia e Trieste, una iniezione importante che porta vivacità ed iniziativa alla squadra bianconera. Pezzo forte dovrebbe essere anche il tiro, soprattutto dalla distanza, ma con Orzinuovi quest’arma è rimasta nei bagagli ancora da disfare del nuovo arrivato (4/16 al tiro).

La partita con l’Agribertocchi è stata tirata ed in equilibrio fino all’ultimo, con i friulani bravi a limitare le numerose bocche da fuoco (Miles, Spanghero, Mastellari, Rupil) di cui dispongono i bresciani, arrivati a Udine sulla scia di cinque vittorie consecutive. Il punteggio è, però, rimasto basso anche dalla parte dei friulani che hanno pagato ancora troppo l’assenza dei tiratori Johnson ed Amato (sottolineata anche da coach Boniciolli nel post-partita) e la generale scarsa vena realizzativa al tiro da tre punti (6/29). Lo stesso capitan Antonutti è parso visibilmente in precarie condizioni fisiche, con difficoltà nei movimenti in velocità e in elevazione.

Nonostante ciò, due liberi di Giuri avevano portato all’ultimo minuto Udine sul 66 pari. Miles sull’altro versante aveva sbagliato un tiro dalla media distanza, lasciando all’OWW l’ultimo tiro dei tempi regolamentari. In tali occasioni, logica vorrebbe che si ricerchi il tiro a maggiore probabilità di successo, anche da due punti, non trascurando la possibilità di andare ai tiri liberi, considerato che entrambe le squadre avevano già esaurito il bonus. Seguendo le direttive della propria panchina, Mussini, fronteggiato dall’ex Zilli, ha, invece, palleggiato quasi fino allo scadere liberando al tiro da tre punti Italiano che, però, non ha centrato il bersaglio. Nei successivi cinque minuti dei supplementari, la maggiore freschezza degli ospiti e l’ormai nota imprecisione ai liberi di Foulland (0/4, con Pellegrino dimenticato colpevolmente in panchina) hanno consentito ad Orzinuovi di agguantare la sesta vittoria consecutiva.

APU OLD WILD WEST UDINE – AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 72-76 d.1.t.s. (17-15, 32-36, 54-54, 66-66)

APU OLD WILD WEST UDINE: Mussini 12, Deangeli 4, Antonutti 12, Foulland 10, Giuri 10, Nobile 11, Pellegrino 2, Italiano 11. All. Boniciolli.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: Rupil 8, Miles 19, Mastellari 5, Cassar, Guerra ne, Galmarini 2, Negri 2, Tilliander ne, Zilli 4, Spanghero 19, Hollis 17. All. Corbani.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *