Seguici su

Cronaca

Vax Day, Spitaleri: “In ballo la credibilità della sanità nazionale e Fvg”

Il peggio sarebbe rivedere lo scaricabile tra commissario nazionale e governo regionale, cui abbiamo assistito la scorsa primavera per mascherine e respiratori

Pubblicato

on

FVG – “Sui vaccini, sui criteri di chiamata, sulle modalità e tempistiche, è in ballo la credibilità del servizio sanitario nazionale ma anche di quello regionale: è messa alla prova la reale capacità di organizzazione e sinergia. Serve efficienza, non scetticismo né trionfalismo. Ognuno al proprio posto faccia il proprio dovere. Il peggio sarebbe rivedere lo scaricabile tra commissario nazionale e governo regionale, cui abbiamo assistito la scorsa primavera per mascherine e respiratori, magari stavolta per ritardi e inefficienze”. Lo afferma il membro della commissione Paritetica Stato-Regione Fvg Salvatore Spitaleri, mentre è in corso il Vax-day in Friuli Venezia Giulia.

Riferendosi a problemi di comunicazione rilevati alla vigilia del Vax day nell’AsuFC e alle proteste dei sindacati rivolte all’AsuGi per le procedure riservate al personale sanitario, Spitaleri auspica che “ci siano prassi uniformi e coordinate in tutte le Aziende e si avvii quanto prima un sistema accessibile per le prenotazioni in ragione delle categorie di rischio, si intervenga da subito a garantire un numero adeguato di professionisti e supporti per la vaccinazione. Lo stesso personale sanitario e di assistenza che ha garantito presenza e cura – aggiunge Spitaleri – ora non può essere deriso con procedure burocratiche per la vaccinazione”.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *