Seguici su

Basket

L’OWW blinda il secondo posto in classifica vincendo a Verona

Pubblicato

on

Foulland duella con Jones (foto APU)

VERONA – Dopo l’inaspettato stop con Casale Monferrato, l’OWW Udine ritorna alla vittoria battendo fuori casa la Tezenis Verona per 77 a 69. I friulani sono scesi sul parquet ancora privi del loro capitano Antonutti, a causa dei problemi al polpaccio che avevano tenuto fuori il giocatore anche nel precedente match casalingo con i piemontesi. Sarà stato un caso, sarà stata anche la forza sotto canestro di Verona (che può schierare il friulano Candussi accanto all’americano Jones ed all’ex Trieste Janelidze), ma l’assenza dell’unico vero “4” in maglia bianconera ha fatto sì che il gioco della  formazione di coach Boniciolli, normalmente molto bilanciata nel rapporto tra “gioco sotto e gioco fuori”, abbia fatto ricorso più al tiro da tre punti (11/30) che a quello da due punti (15/24).

Nonostante le percentuali non ottimali al tiro, l’OWW ha comandato per quasi tutto il match, controllando bene difensivamente Verona, all’infuori del secondo quarto in cui un parziale di 17 a 1 degli scaligeri ha portato gli ospiti in vantaggio a metà incontro (37-36). Nella ripresa, come già accaduto in altre gare, è salito in cattedra il prof. Johnson che, con 7 punti nei primi 5′, ha ribaltato l’inerzia del match riportando Udine sul +8 (44-52). Verona, con in testa le scorie delle tre sconfitte consecutive da cui proveniva, non è più riuscita a ricucire lo strappo, mentre Udine ha concluso il match affidandosi alle mani esperte di Johnson (top-scorer con 24 punti) e di Italiano (9 punti e 9 rimbalzi). Sono così arrivati altri due punti in classifica, che vogliono dire secondo posto in classifica in solitaria a soli due lunghezze dalla capolista Tortona.

Il patron friulano Pedone ha commentato con soddisfazione nel post-partita: “Oggi la cosa più importante era riprendere la fiducia e assaporare ancora il gusto della vittoria. Complimenti a tutti per essere riusciti ad agguantarne una importantissima e senza il nostro capitano, baricentro di molti giochi: dopo aver condotto per lungo tempo e aver purtroppo subito la rimonta di Verona. Non era facile mantenere la calma e riprendere le redini della partita, ma abbiamo approcciato il terzo tempo in maniera perfetta”.

TEZENIS VERONA – APU OLD WILD WEST UDINE 69-77 (15-22, 37-36, 50-63)

TEZENIS VERONA: Beghini ne, Greene IV 24, Caroti 4, Colussa ne, Calvi ne, Tomassini 18, Candussi 4, Jones 8, Rosselli 7, Severini, Janelidze 4. All. Diana.

APU OLD WILD WEST UDINE: Johnson 21, Deangeli 9, Amato 2, Schina ne, Antonutti ne, Mobio 8, Agbara ne, Foulland 12, Giuri 7, Nobile 5, Pellegrino 4, Italiano 9. All. Boniciolli.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?