Seguici su

Cronaca

Despar dona 133.535 euro all’ospedale grazie alla generosità dei clienti

La pandemia non ferma le azioni benefiche, i proventi del charity saranno utilizzati per acquistare strumentazioni per la diagnosi precoce delle malattie del cardias

Pubblicato

on

UDINE  Ha garantito risultati importanti la raccolta fondi “Un Natale da donare alla comunità”, ideata e organizzata da Aspiag Service Despar Nordest, attivata in tutti i punti vendita Despar, Eurospar e Interspar di Triveneto ed Emilia Romagna lo scorso 23 novembre e terminata il 12 dicembre. Del totale – 236.168 euro raccolti, grazie a un totale di quasi 400 mila “micro donazioni” – oltre il 56% è stato raccolto il Friuli Venezia Giulia, e la cifra record di 133.535 euro (pari a 272.234 micro donazioni) è stata donata all’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine per acquistare strumentazioni che serviranno alla diagnosi precoce delle malattie del cardias. Si tratta, nel dettaglio, di un impedenziometro e un manometro, ai quali, vista l’entità della donazione, che ha superato ogni aspettativa, si sommeranno ulteriori azioni con l’obiettivo di favorire la prevenzione e la cura precoce di malattie del cardias che coinvolgono un numero molto elevato di persone.

Il direttore generale dell’AsuFc, Massimo Braganti: “Ringrazio a nome di tutta la Direzione il gruppo Aspiag Service Despar Nordest che in un momento difficile come questo ha pensato a noi con un’iniziativa a cui la popolazione di tutta la Regione ha saputo dare un valore straordinario non solo in termini economici: l’augurio di tutti  è quello di vivere un periodo natalizio sereno nonostante le difficoltà del momento e queste azioni contribuiscono a uno spirito solidale. Lo straordinario risultato raggiunto ci permetterà di implemetare servizi all’interno delle funzioni ospedaliere ed offrire ai cittadini una sempre maggiore varietà di strumentazione per la diagnosi precoce. Ancora grazie ad Aspiag Service e un augurio di buon Natale a tutti”. “Un Natale da donare alla comunità” ha visto i clienti dei punti vendita del Friuli Venezia Giulia scegliere per oltre 272mila volte di arrotondare lo scontrino della spesa donando direttamente in cassa. “Ancora una volta – ha dichiarato Fabrizio Cicero Santalena, coordinatore Despar Fvg  – il Friuli Venezia Giulia si conferma la regione nella quale la solidarietà è profondamente radicata, il territorio in cui i nostri colleghi nei punti vendita supportano con grande impegno le campagne charity e si fanno portavoce del nostro legame per il territorio e dei progetti che coltiviamo assieme a enti, istituti e associazioni, in questo caso specifico l’ospedale di Udine”.

Il charity di Natale ha coinvolto tutti i punti vendita di Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna: i 236.168 euro raccolti sono stati devoluti su base regionale con l’obiettivo di essere vicini a iniziative locali che hanno bisogno di supporto. “Anche nel mezzo della seconda ondata pandemica – ha dichiarato Francesco Montalvo, amministratore delegato di Aspiag Service Despar Nordest – il charity non si è fermato e la generosità dei nostri clienti e dei nostri colleghi è anzi cresciuta, diventando un gesto di solidarietà a seguito del quale il nostro compito è quello di ringraziare tutte le persone che in Friuli Venezia Giulia e in tutti gli altri nostri territori hanno voluto partecipare attivamente. Questa attività di charity  è una di quelle che sentiamo più vicine: il meccanismo semplice e diretto, la possibilità di finanziare attività sociali sui singoli territori rappresenta il punto di forza e la leva che permette a noi di Despar Nordest di essere vicini ai nostri clienti direttamente nelle regioni in cui investiamo. Siamo estremamente impegnati in queste iniziative, che consideriamo un elemento importante per essere parte delle comunità locali”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?