Seguici su

Cronaca

Sequestro di cuccioli in autostrada: denuncia e sanzione per due stranieri

Sono stati rinvenuti all’interno dell’abitacolo e nel bagagliaio 8 trasportini contenenti complessivamente 14 cagnolini

Pubblicato

on

PALMANOVA – A seguito dell’intensificazione dei controlli disposti dal servizio Polizia stradale del ministero dell’Interno, al fine di prevenire e reprimere fenomeni criminosi sulle più importanti arterie della provincia, anche in vista delle prossime festività natalizie, nei giorni scorsi, lungo l’autostrada A4, un pattuglia della Polizia stradale di Palmanova, durante lo svolgimento dell’attività di vigilanza delle aree di servizio ha scoperto un nuovo traffico internazionale di cuccioli.

I poliziotti notavano la presenza di un autovettura con targa polacca che si aggirava all’interno dell’area di servizio di Gonars. Gli occupanti, vedendo l’equipaggio, subito si allontanavano, ma venivano immediatamente raggiunti e bloccati prima di darsi alla fuga. Gli agenti identificavano gli occupanti, un cittadino ucraino di anni 22 e un cittadino bielorusso di anni 19, notando da parte degli stessi un certo nervosismo. Ispezionato il veicolo venivano rinvenuti all’interno dell’abitacolo e nel bagagliaio 8 trasportini contenenti complessivamente 14 cuccioli di cane: 5 Barboncino nano, 1 Bulldog francese, 8 Pomerania Spitz.

Con l’ausilio del servizio veterinario dell’azienda sanitaria AsuFc di Palmanova è stato accertato che su alcuni passaporti canini esibiti non corrispondevano realmente agli animali trasportati, inoltre alcuni cuccioli presentavano un età apparentemente inferiore a quella prevista dalla legge per l’importazione ovvero tre mesi. Le condizioni del trasporto apparivano immediatamente precarie. Gli animali erano stati stipati all’interno di gabbiette idonee per il trasporto di un solo animale mentre nelle stesse erano stipati fino a 3 cuccioli. E il veicolo utilizzato non era compatibile (autovettura privata): la normativa pretende invece un veicolo coibentato e refrigerato. Le condizioni sanitarie risultavano precarie ed i cuccioli apparivano in stato di ipotermia. Gli stessi sono stati quindi sequestrati, e affidati alle cure di un locale allevamento.

Il conducente e il passeggero verranno pertanto segnalati alla competente Autorità Giudiziaria, per i reati previsti dagli artt. 4 e 5 del Dlgs.nr. 201/2010 (importazione illecita di animali), 489 del C.P. (uso di atto falso), 544 ter del C.P. (maltrattamento di animali) e dal Reg.to UE 1/2005 sanzionato ai sensi Dlgs.nr. 151/2007 (norme trasporto animali)
Atteso poi che l’ingresso nel territorio italiano era effettuato in violazione della normativa Anti-Covid i due stranieri sono stati sanzionati anche ai sensi dell’art 4 del D.L. 04.03.2020.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?