Seguici su

Cronaca

Consegnati alla polizia locale di Udine due taser: al via la sperimentazione

Pubblicato

on

UDINE – Sono stati consegnati al comando della polizia locale di Udine i due taser previsti dal cosiddetto “decreto Salvini”. La sperimentazione sarà oggetto di una sperimentazione di sei mesi, al termine della quale l’Amministrazione potrà eventualmente procedere con l’acquisto di altre unità. 

“Ad oggi siamo l’unico Comune in regione, e uno dei primissimi in Italia, ad avere aderito a questa opportunità prevista inizialmente dall’allora Ministro degli Interni Minniti per le Forze dell’Ordine ed estesa alla Polizia Locale da Matteo Salvini”. Lo ha sottolineato l’assessore Alessandro Ciani a margine della consegna, alla quale era presente anche il comandante della polizia locale di Udine, Eros Del Longo. 

Nelle prossime settimane seguirà un periodo di formazione che verrà effettuata dalla ditta ai formatori e, successivamente, da questi ultimi agli agenti. Al termine di questo periodo verrà concordato, assieme all’Azienda sanitaria, il protocollo operativo per l’inizio della sperimentazione vera e propria.

“Va precisato che si tratta di un’arma non letale che permetterà agli agenti di intervenire in situazioni critiche senza essere costretti a utilizzare l’arma da fuoco e che andrà a sommarsi alla dotazione d’ordinanza, recentemente integrata e che prevede, oltre alla pistola, il bastone estensibile e lo spray al capsicum”.

“Con questa decisione, ratificata dal Consiglio Comunale, abbiamo voluto fornire uno strumento in più a nostri agenti, andando a tutelare in questo modo non solo la loro incolumità messa quotidianamente a rischio nell’attività di presidio del territorio, ma anche la sicurezza dei cittadini”, ha concluso Ciani.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *