Seguici su

Politica

Enti locali, Covid e recovery fund: evento on line dall’abbazia di Rosazzo 

Parlamentari, amministratori locali e tecnici si confronteranno sui temi proposti

Pubblicato

on

UDINE – L’esito del referendum costituzionale, la nuova riforma degli enti locali, il recovery fund, l’emergenza Covid-19. Sono i temi al centro dell’evento organizzato lunedì 26 ottobre 2020 all’abbazia di Rosazzo, a Manzano dal gruppo parlamentare di “Noi con l’Italia” e dalla civica regionale “Autonomia Responsabile Fvg”.

L’appuntamento, che avrà inizio alle 10, si terrà sul web e sarà possibile seguirlo in diretta sulle pagine Facebook di Ar Fvg e di Udinese Tv.

“Abbazia 2020. Guardare avanti” comincerà alle 10 con i saluti introduttivi della coordinatrice regionale di Ar Fvg, Giulia Manzan e con la relazione iniziale del deputato di “Noi con l’Italia” e presidente di Ar Renzo Tondo. Per le 10.30 sono previste le relazioni di Giovanni Bellarosa sul referendum costituzionale e di Luca Arnoldo (delegato dal professor Silvio Brusaferro) sull’emergenza coronavirus.

A seguire, attorno alle 11, prenderà il via la prima delle due tavole rotonde (a moderarle sarà il vicedirettore del Messaggero Veneto, Paolo Mosanghini), quella dedicata agli enti locali. Interverranno il sindaco di Gemona Roberto Revelant, il parlamentare autonomista Albrecht Plangger, la componente della Comissione paritetica Stato-Regione Elena D’Orlando, il già presidente della Provincia di Pordenone e assessore regionale Elio De Anna.

La seconda tavola rotonda approfondirà il tema del recovery fund. Si confronteranno il ceo di Eurotech Roberto Siagri, il presidente dell’associazione Mitteleuropa Paolo Petiziol, l’europarlamentare Elena Lizzi, il direttore del Polo tecnologico di Pordenone Franco Scolari. A chiudere la mattinata, verso le 12.30, saranno le relazioni dei parlamentari di “Noi con l’Italia” Alessandro Colucci, Eugenio Sangregorio e Maurizio Lupi. Interverrà anche il governatore del Fvg Massimiliano Fedriga.

L’evento non prevede la presenza di pubblico e potrà essere seguito esclusivamente on line.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *