Seguici su

Cronaca

Mascherina obbligatoria: ecco il nuovo decreto

Il prossimo autunno dovremo di nuovo fare i conti con una serie di regole a cui probabilmente non eravamo più abituati e alle quali avremmo sicuramente voluto fare a meno

Pubblicato

on

Dopo un’estate relativamente tranquilla, l’acuirsi della situazione legata al coronavirus ha costretto enti regionali e di Governo ad annunciare nuovamente misure di contenimento del virus più decise.

Il prossimo autunno dovremo di nuovo fare i conti con una serie di regole a cui probabilmente non eravamo più abituati e alle quali avremmo sicuramente voluto fare a meno.

Ma purtroppo la situazione è molto seria e simili misure si sono rese assolutamente obbligatorie, tra queste quelle relative alle nuove restrizioni sui DPI stanno spingendo sempre più persone verso gli ecommerce di mascherine antivirus per non restare a mani vuote in caso di penuria,

In questo articolo cercheremo proprio di capire quali sono i nuovi decreti che possono influenzare il nostro stile di vita, ma soprattutto faremo chiarezza su una domanda che sta attanagliando moltissimi italiani: la mascherina all’aperto obbligatoria?

Mascherina obbligatoria: parola alle istituzioni

In seguito alla pubblicazione del nuovo Dpcm abbiamo sentito moltissime voci provenienti dalla politica e dalle istituzioni, che solo di rado hanno aiutato a comprendere la situazione, mentre molto spesso è piuttosto aumentata la confusione.

Questo perché ancora in Italia non vi è un protocollo unitario, e ogni regione può mantenere un certo grado di autonomia per questo genere di questioni.

Facciamo degli esempi.

Nelle Marche, dove effettivamente contagi non hanno raggiunto cifre preoccupanti ne si prevedono dei picchi nei prossimi mesi, l’uso della mascherina è assolutamente obbligatorio se ci si trova fuori dalla propria abitazione e si ha a che fare con sconosciuti.

Tuttavia l’amministrazione centro-italiana non punirà coloro che non portano la mascherina all’aperto ma distanti da altre persone.

Tutt’altra linea scelta, per esempio, da Lazio e Campania, regioni più popolose e decisamente più colpite dal virus in questa cosiddetta seconda ondata.

In queste regioni l’uso della mascherina è obbligatorio sempre, nei limiti consentiti dalla legge come vedremo in seguito, che ci si trovi in presenza di altre persone o meno.

La situazione può sembrare molto caotica, Sandra Zampa, sottosegretario alla Salute, ha spiegato come il governo e le istituzioni regionali si impegneranno per definire un protocollo comune, resosi assolutamente necessario.

Insomma, la situazione sembra piuttosto complessa, ma vediamo più nel dettaglio proprio ciò che ci dice il nuovo Decreto emanato da Giuseppe Conte.

Cosa dice il nuovo Decreto

Secondo il nuovo decreto approvato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte e dal Ministro della Salute Roberto Speranza, lo stato d’emergenza viene prorogato fino in data 31 Gennaio 2021.

Viene introdotto l’obbligo di portare sempre con sé i dispositivi di protezione delle vie respiratorie, ovverosia proprio le mascherine.

L’obbligo di portare le mascherine è esteso a tutte i luoghi che non corrispondano all’abitazione privata: sono inclusi in questa lista tutti i luoghi chiusi così come anche i luoghi all’aperto.

Per quanto riguarda i luoghi lavorativi, vengono confermate le regole già in vigore, che possono essere consultate sul sito stesso del Ministero della Salute.

Esistono, comunque, diverse eccezioni a queste regole. In primis, nei limiti consentiti dalla legge, le regioni possono applicare anche misure differenti, ma ciò andrà fatto in accordo con il Ministro della Salute e il Presidente del Consiglio.

Oltre a ciò, diverse attività e situazioni sono esenti dall’obbligo di portare la mascherina obbligatoria, come vedremo nel prossimo paragrafo.

Quando non è necessario portare la mascherina

Come spiegato, l’obbligo di utilizzare la mascherina all’aperto e al chiuso è introdotto in tutta Italia, ma abbiamo diverse eccezioni.

Chiariamo subito un punto: chi fa jogging o chi compie attività sportiva non è obbligato ad utilizzare la mascherina all’aperto.

Sono esenti dall’obbligo anche i bambini con età inferiore ai 6 anni o coloro che per altre patologie o disabilità non possono interagire con gli strumenti di protezione delle vie respiratorie.

Questo in forma generale, ma per tutti i dettagli si consiglia nuovamente di tenere sott’occhio le direttive pubblicate sul Gazzettino Ufficiale del Governo.

Lo stesso vale per conoscere disposizioni precise per la propria regione o per il proprio comune, che potrebbero avere misure più restrittive o meno, a seconda del numero di contagi e della gravità della situazione.

Cosa rischia chi non porta la mascherina

Portare la mascherina è ritornato ad essere assolutamente fondamentale per prevenire il rischio di contagio, e dopo il nuovo Decreto è prevista un’ulteriore stretta sui controlli.

Moltissime Forze dell’Ordine verranno impiegate nelle strade delle nostre città per effettuare i controlli necessari, e non è escluso che possa venire impiegato anche l’Esercito, cosa comunque già accaduta durante la fase acuta del contagio, seppur in forma assai limitata a brevi lassi di tempo.

Le pene per chi non rispetta le norme vigenti sono molto gravi: le multe possono variare dai 400 ai 1000 euro a seconda della gravità dell’atto, che terrà conto di diverse variabili, come l’orario, le zone e fattori simili.

È ben chiaro prevenire il contagio e mettersi al riparo da multe salatissime non è poi così impegnativo, considerando anche il costo raggiunto dalle mascherine.

Se durante il picco di contagi, con un paese ancora impreparato al contagio le mascherine erano diventate un vero e proprio bene di lusso, oggi la situazione è ben diversa.

Non era raro vedere commercianti e farmacisti affiggere cartelli fuori queste attività per segnalare l’esaurimento delle scorte di questi strumenti di protezione.

Oggi l’Italia sembra decisamente più preparata alla forte domanda di mascherine che verosimilmente si presenterà. Non mancano neppure shop online in cui comprare ogni genere di mascherina, come MaskHaze o simili.

Come che sia, dobbiamo dire che un vero e proprio lockdown sembra totalmente escluso dalle idee del governo, notizia che non potrà non essere accolta in maniera positiva da tantissimi commercianti italiani.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *