Seguici su

Cultura

“Stesso obiettivo, stessa passione!” Presentata la 23.a edizione del festival Jazz & Wine of Peace

Dal 21 al 25 ottobre a Cormons: tra i big Enrico Rava con Danilo Rea, Mino Cinelu e Kurt Rosenwinkel

Pubblicato

on

Presentazione Jazz & Wine of Peace. Foto: Luca A. d'Agostino/Phocus Agency © 2020

CORMONS – L’obiettivo è sempre lo stesso, la passione anche. E’ questo il messaggio che Jazz & Wine of Peace numero ventitrè lancia alla presentazione della medesima nella casa madre di Cormons. <<Per fare questo abbiamo raddoppiato gli eventi spalmandoli sul territorio; forse non lo sapete ma la nostra rassegna è una delle prime sette in ordine di importanza e di presenze in tutta Italia, va da sé che ci hanno chiamati a fare da tutor a manifestazioni analoghe in tutta Italia!>> le parole di Paola Martini, presidente di Controtempo, che non nascondono una certa soddisfazione. Oltre che speranza. Il tutto, naturalmente, sottolineate e concluse dalla parola d’ordine: sicurezza.

Con l’introduzione della novità “Un vino al giorno”, il format è il medesimo, consolidato, vincente, piacione: si parte dalle cantine che ruotano attorno a Cormons per arrivare al teatro con l’evento clou serale dopo una maratona eno-jazzistica che in certi giorni supera le dodice ore!

Forfait last-minute (last-second sarebbe più appropriato) dei big americani, il programma messo in piedi, considerando le problematiche di cui tutti sono a conoscenza, ha davvero del miracoloso: pronti-via e si parte con due big, anzi bighissimi, perdonate il neologismo. Il 21 ottobre salgono sul palco del Teatro Comunale un certo Enrico Rava e tal Danilo Rea, che è un po’ come avere l’asso di briscola di prima mano, per adoperare un’analogia.

La maratona di cui sopra il giorno successivo (giovedì 22) parte al Castello di Spessa dopo pranzo, per poi approdare al teatro cormonese starring Max Andrzejewksi con un omaggio a Robert Wyatt via Villa Attems, Lucinico.

Venerdì, giornata di fuoco: appuntarsi in agenda il nome “Discantus”, rielaborazione dei canti del milleduecento del Patriarcato di Aquileia a firma Daniele “hurricane” D’Agaro e Mauro Costantini. Venue Abbazia di Rosazzo, tanto per aggiungere un pizzico di goticismo all’unicità dell’evento. Metà pomeriggio dedicata ad un big del jazz tricolore: Gianluca Petrella, di casa in quel di Cormons, che propone uno dei suoi progetti a tinte elettroniche: con lui Pasquale Mirra. Per l’aperitivo gradita visita a Villa Nachini Cabassi, tanto per esplorare il territorio in ogni suo punto cardinale; attesissima la performance di Alina Bzhezhinska che interpreterà all’arpa classica Alice Coltrane. Consueto finale al teatro della capitale con Wolfgang Puschnig, unsere freund aus Österreich.

Tradizione sconfinamento in Slovenia con l’amico Zlatko Kaucic prevista per sabato 24; pomeriggio dedicato alle fisarmoniche di Simone Zanchini ed Antonello Salis, Gabriele Mitelli da Magnas a Corona ed un (prevedibile) tutto esaurito per Mino Cinelu (Miles Davis, Weather Report, Pino Daniele) & Nils Petter Molvaer in serata.

Giornata conclusiva, domenica. Villa Codelli ospita un inedito due sloveno-brasiliano: Alipio Carvalho Neto e Gal Furlan; Yaron Herman da Israele prosegue la giornata. Sipario con un altro big, naturalmente al teatro di Cormons: sarà di scena la pazzesca chitarra di Kurt Rosenwinkel!

Focus di privilegio su “Jazz Taste” che, il curatore Eduardo Contizanetti, ci introduce <<non è la solita degustazione, ma un vero e proprio evento nell’evento! Il motto è “dal palato all’orecchio… e viceversa”! I musicisti abbineranno alla degustazione un brano appositamente scelto, lasciando anche spazio all’improvvisazione, per provare a esprimere attraverso i suoni il particolare e mutevole carattere del vino e le sue caratteristiche. Arte plurisensoriale che culmina in un tripudio di sensazioni e nell’emozione di vivere un’esperienza davvero unica!>>

Tra i musicisti in programma troviamo Carlo Maver (bandoneon),  (theremin e violino), il duo Maurizio Brunod ed Eduardo Contizanetti (chitarre), Emanuele Sartoris (piano), Marco Bellafiore (contrabbasso).

Informazioni, programma completo e biglietti su Controtempo 

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie