Seguici su

Politica

Blitz di CasaPound in Consiglio: Calligaris sospeso per due giorni

Un provvedimento che non ha soddisfatto le opposizioni

Pubblicato

on

TRIESTE – Il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato a maggioranza (astenuti i consiglieri della Lega) l’irrogazione della sanzione della censura nei confronti del consigliere Antonio Calligaris a seguito delle affermazioni attribuitegli in Aula il 4 agosto, quando nel corso di un’irruzione di CasaPound aveva detto che avrebbe sparato ai migranti. La sanzione prevede due giorni di sospensione dall’Aula: il consigliere non potrà presenziare alle prossime due sedute in programma mercoledì e giovedì.

Nella sua dichiarazione prima del voto, Calligaris ha voluto evidenziare che “il 4 agosto abbiamo assistito a un episodio senza precedenti, ovvero l’occupazione di quest’aula da parte di CasaPound, da me paragonata alle rivolte degli irregolari alla Cavarzerani di Udine, da cui sono scaturite parole certamente fuori luogo e sopra le righe ma dettate dalla forte indignazione. Così come il governatore della Campania De Luca non interverrebbe con il lanciafiamme così io non sparerei a nessuno”.

Per il consigliere Pd Roberto Cosolini, “si è trattato di un atto esecrabile e la sanzione comminata è davvero minima, anche se in effetti non ci sono precedenti in tal senso. Noi avevamo chiesto le dimissione come atto dovuto”. Anche la capogruppo del M5S Ilaria dal Zovo ha dichiarato “come le dichiarazioni siano state terribili”. Per Sergio Bolzonello, capogruppo del Pd, “abbiamo assistito a una pagina davvero brutta per quest’aula”.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie