Seguici su

Cronaca

Notte all’addiaccio per un alpinista: Cnsas in azione

I soccorritori presenti in quota sono rimasti tutta la notte sul posto per tenere un contatto vocale con l’alpinista bloccato

Pubblicato

on

FORNI AVOLTRI – Sono ripresa questa mattina all’alba le operazioni di recupero del secondo alpinista bloccato sul Campanile delle Genziane, nel gruppo del Peralba Avanza (laltro è stato tratto in salvo domenica sera).
Dopo aver tentato di calarsi dalla cima e raggiungerlo dall’alto, i soccorritori hanno deciso di sospendere le calate per poter operare in condizioni di maggiore sicurezza.

I cinque soccorritori della stazione di Sappada del Soccorso Alpino erano stati nel frattempo raggiunti da una seconda squadra di tecnici della stazione di Forni Avoltri. Una terza squadra e un altro soccorritore con un medico si erano recati rispettivamente alla base della parete e al rifugio Calvi.
I soccorritori presenti in quota sono rimasti tutta la notte sul posto per tenere un contatto vocale con l’alpinista bloccato.
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie