Seguici su

Cronaca

Chiusa l’edizione 2020 di Friuli Doc: numeri contenuti e regole rispettate

Il Comune di Udine si è detto soddisfatto dall’esito della manifestazione. Un po’ meno gli operatori

Pubblicato

on

UDINE – Si è conclusa un’edizione molto particolare di Friuli Doc, caratterizzata dalle restrizioni anti-Covid. Tutto è filato liscio, ma la kermesse ne ha risentito (e non poco) sotto il profilo dei numeri. Nella giornata di domenica le strade e le vie del centro riservate a Friuli Doc sono rimaste mezze vuote. E’ andata meglio nelle zone riservate a “Udine sotto le stelle”. Il motivo è presto detto: nel primo caso per sedersi ai tavoli era necessaria la misurazione della temperatura e la registrazione, nel secondo caso no.

E così in molti si sono fatti spaventare dai “Covid box” e dalla app Eilo, preferendo mangiare nei locali non compresi da Friuli Doc. In realtà bastava uno sforzo minimo per rispettare le prescrizioni imposte dalla normativa nazionale e godersi la festa. Molti standisti sono rimasti insoddisfatti dall’affluenza, facendo paragoni con le scorsi edizioni di Friuli Doc. In realtà quest’anno è stata un’edizione “zero”, che fa testo a sè stante, e che rappresenta un esempio a livello nazionale per come poter gestire un evento nel bel mezzo della pandemia.

Il Comune di Udine si è detto soddisfatto dall’esito della manifestazione. Un po’ meno gli operatori. Ora il centro di Udine continuerà ad animarsi con “Udine sotto le stelle” fino alla fine di ottobre. Di Friuli Doc si tornerà a parlare nel 2021.

1 Commento

1 Commento

  1. Dario

    Settembre 14, 2020 at 12:00 pm

    L’asenza di ressa, sinceramente, non male, però…

    Il COMUNE HA COMUNICATO IN MANIERA SCIATTA E INSUFFICIENTE: nemmeno sul sito del FriuliDOC era chiaro a cosa servisse l’app e A TUTTI è sembrato che si dovesse prenotare prima, per accedere.

    IN PIÙ, dalle mappe, sembrava che in castello NON ci fossero stand e io NON SONO NEACHE SALITO, per scoprire, dalle foto degli amici, che invece in castello gli stand c’erano.

    PESSIMA COMUNICAZIONE.

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie