Seguici su

Cronaca

Bloccata dalla neve sul Mangart: in azione il Soccorso alpino

La giovane si trovava pochi metri sotto la cima, a una quota di circa 2.600

Pubblicato

on

TARVISIO – Una escursionista tedesca di 27 anni è rimasta bloccata dal maltempo e dalla neve in cima al monte Mangart, in territorio sloveno. La sua richiesta d’aiuto è arrivata poco prima delle 17 al Nue 112 e la Sores ha allertato la stazione del Soccorso Alpino e Speleologico di Cave del Predil.
La giovane si trovava pochi metri sotto la cima, a una quota di circa 2.600 metri, bloccata su una cengia esposta sotto una nevicata ed era in ipotermia a causa del freddo. La ragazza ha raggiunto da sola la cima seguendo la via ferrata degli sloveni e per competenza territoriale si è attivato subito il Soccorso alpino d’oltre confine. Dal momento che la via di accesso più semplice è la via normale alla vetta, che passa invece in territorio italiano dopo il passo del Predil, l’operazione di soccorso ha visto coinvolte sia squadre slovene che italiane.
Alle 24 i soccorritori della stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino e Speleologico sono rientrati al campo base a quota 1.900 metri presso il rifugio ai piedi del monte Mangart.  I soccorritori italiani hanno preceduto nella discesa lungo la ferrata slovena al Mangart le squadre slovene ed hanno attrezzato alcuni punti di sosta con chiodi a pressione per agevolare la discesa dei colleghi sloveni con la barella.  Questi ultimi hanno ricevuto rinforzi da altri connazionali e sono stati una ventina a calare la barella con la giovane lungo la parete dove si svolge la ferrata. La discesa è stata completata in tre-quattro ore.
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *