Seguici su

Cronaca

Allagamenti, frane e temporali forti: il Fvg nella morsa del maltempo

Nelle prossime 8-10 ore vi sarà un’intensificazione del fenomeno grazie all’incremento dei flussi atmosferici legati al fronte

Pubblicato

on

UDINE – L’ondata di maltempo la lasciato segni e ferite sul territorio friulano, dal mare alla montagna. Tra i territori più colpiti ci sono l’Alto Friuli e la costa.

Come segnalato dalla Protezione Civile, nella notte sono stati segnalati allagamenti nei comuni di Cormons, Udine (zona Baldasseria), Cividale. Caduta alberi nei comuni di Buttrio, Tarvisio, San Lorenzo Isontino, Moruzzo, Tarvisio, Tavagnacco, Moggio, Udinese, Majano (con interessamento della rete elettrica), Forgaria, San Quirino, Chiusaforte, Caneva. Numerose le frane e gli smottamenti che hanno causato anche l’isolamento di frazioni e abitazioni nei comuni di Tramonti di Sotto e di Lauco, altre frane hanno interessato la viabilità nei comuni di Pontebba, Bordano, Verzegnis e Vito d’Asio. Sono pronte le squadre per eseguire interventi in emergenza per ripristino viabilità di interesse comunale e regionale verso gli abitati di Paularo e Cabia. Numerosi i black-out registrati in vari comuni della pedemontana (Clauzetto, Faedis, Cividale) e della pianura (Udine, Bertiolo, Manzano) sino a Lignano.

Nelle prossime 8-10 ore vi sarà un’intensificazione del fenomeno grazie all’incremento dei flussi atmosferici legati al fronte. Già in mattinata i temporali tenderanno a essere più frequenti, alcuni anche di forte intensità e con piogge localmente molto intense specie sui monti ma via via più diffuse. Nel pomeriggio passerà il fronte con la probabile formazione e transito di una o due linee temporalesche con possibili raffiche di vento forte. Sono attese piogge cumulate di oltre 100 mm locali sulla zona montana e a ridosso dei rilievi, fino a 50-80 locali circa sulle altre zone. Soffierà vento forte da sud in quota, anche oltre i 100 km/h sulle vette, sostenuto sulla costa, intorno ai 70 km/h.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?