Seguici su

Eventi

Dal Brasile a Bordano: storie e piatti esotici alla Casa delle Farfalle

Si tratta di un format inaugurato alcuni anni fa che, in un unico appuntamento, fa avvicinare gli ospiti alla cucina di un paese tropicale

Pubblicato

on

BORDANO – Storie di animali esotici abbinati alla cucina di un paese tropicale lontano. La sera di sabato 29 agosto, dopo un paio d’anni di pausa, riprendono le “cene in foresta” alla Casa delle Farfalle di Bordano. Il tour gastronomico inizierà dal Brasile. Si tratta di un format inaugurato alcuni anni fa che, in un unico appuntamento, fa avvicinare gli ospiti alla cucina di un paese tropicale (uno di quelli da cui arrivano le farfalle ospitate nelle sere della Casa delle Farfalle) intrecciata con le storie di animali lontani ed esotici e di fenomeni naturali straordinari che caratterizzano quella regione. In questa maniera, negli anni, gli ospiti hanno conosciuto la Malesia, il Madagascar, il Sudafrica, il Costa Rica.

E per ripartire abbiamo scelto il Brasile, il paese che da solo fa quasi un continente, un paese che ospita la più importante foresta tropicale al mondo (l’Amazzonia) e quindi ha anche la maggiore biodiversità. La serata è organizzata dalla Casa delle Farfalle in collaborazione con Friulando. La chef che presenta la sua interpretazione del Brasile è la giovane Marcela Da Costa, brasiliana trapiantata in Friuli da qualche anno.
Marcela è nata a San Paolo, in Brasile. Cinque anni fa ha deciso di abbandonare la professione di avvocato e di cambiare vita seguendo le sue due grandi passioni, la cucina e lo yoga. Durante un’esperienza di studio in Canada ha conosciuto Alessandro, ora suo marito. Sono seguiti alcuni anni di viaggi-studio tra Italia e Brasile, in cui Marcela ha perfezionato la lingua italiana e ha frequentato l’Accademia di pasticceria a Empoli. Nel 2019 si è trasferita in Italia definitivamente e frequenta oggi il corso di “Scienza e Cultura del Cibo” presso l’Università di Udine.

Perché ripartire dal Brasile? Il Brasile è il paese più ricco di biodiversità della Terra, contenente il 60% delle foreste pluviali amazzoniche e circa un terzo di tutte le foreste pluviali del mondo. Di conseguenza, la regione contiene un’enorme quantità di specie di piante e di animali. Inoltre, ci sono 160 diverse società indigene che vivono nell’Amazzonia brasiliana e parlano 195 lingue diverse (che è circa il doppio delle lingue rispetto all’Europa). Il tasso di deforestazione del paese però aumenta ogni anno, con agricoltura, carne bovina e produzione di soia tra le cause principali di questo problema, seguiti da urbanizzazione, infrastrutture, disboscamento ed estrazione mineraria. Ciò non solo mette a rischio la fauna selvatica e le foreste, ma minaccia anche le comunità indigene, che sono costrette a fuggire dalle loro case ancestrali.
La serata “Il Brasile in Tavola e in Foresta” si terrà sabato 29 agosto all’esterno della Casa delle Farfalle, a Bordano – sempre nel rispetto delle normative Covid e delle distanze di sicurezza -, a partire dalle 19:30. Il costo a persona è di 35 euro e occorre prenotare il proprio posto alla segreteria della Casa delle Farfalle (344 23445406) entro mercoledì 26. In caso di maltempo la serata viene rimandata al giorno seguente, domenica 30 agosto.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?