Seguici su

Udine

Ragazzina violentata in spiaggia. Roberti chiede la castrazione chimica

Il fatto si è verificato la notte di Ferragosto. Rojic (Pd): «Armi spuntate contro questo tipo di violenza»

Pubblicato

on

LIGNANO SABBIADORO – Una ragazzina di 15 anni ha raccontato di aver subito violenza sulla spiaggia di Lignano. La giovane, in vacanze in Friuli insieme alla famiglia, stava festeggiando Ferragosto in spiaggia quando, allontanatasi dal gruppo di amici, è stata avvicinata da tre ragazzi. L’aggressione è avvenuta attorno all’una di notte, sul lungomare Trieste, all’altezza dell’ufficio spiaggia 10.

La ragazzina ha immediatamente denunciato l’accaduto e la Polizia si è messa sulle tracce dei tre giovani. Si tratta di tre minori, un egiziano e due albanesi, in vacanza a Lignano insieme a una comunità di recupero. Due di loro sono stati arrestati, un terzo è stato denunciato.

“Maggiori controlli e misure più severe, fino alla castrazione chimica per chi si macchia di reati di natura sessuale.” Li richiede l’assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti. “Il preoccupante clima culturale in cui certi fenomeni si verificano è infatti – secondo Roberti – segno di una mancanza totale di ogni genere di valori, sostituiti evidentemente da sballi facili e violenze gratuite. Occorre pertanto che il governo intervenga con forza e tempestività – conclude l’assessore – per far sì che simili reati vengano puniti con la massima durezza dalle autorità”.

Rojic (Pd): «Armi spuntate contro questo tipo di violenza»

“Non possiamo chiudere gli occhi questa vera e propria sottocultura della violenza, fatta propria e praticata da maschi imbestialiti o magari tollerata con mezzi sorrisi. L’allarme che viene riservato ad altri fenomeni sociali sembra svegliarsi nelle istituzioni solo quando c’è un corpo martoriato con un volto: poi il silenzio e l’inerzia nella prevenzione. Come il silenzio che avvolge le moltissime donne oggetto di violenza domestica, maltrattamenti, sfruttamenti e abusi. Oggi stiamo vicini con discrezione alla ragazza che ha denunciato a Ferragosto. Ma è chiaro che la guerra contro questo tipo di violenza si combatte con armi spuntate”. Lo afferma la senatrice Tatjana Rojc (Pd) riflettendo sul caso di una ragazza di 15 anni, di Padova, che ha denunciato alla polizia di essere stata violentata in spiaggia a Lignano (Udine).

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie