Seguici su

Cronaca

Borgo stazione, prende a pugni le guardie giurate: arrestato pakistano 34enne

Si tratta della stessa persona che qualche settimana fa ha aggredito il consigliere comunale Foramitti

Pubblicato

on

UDINE – Il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Udine ha tratto in arresto, nella serata di mercoledì 15 luglio, un cittadino pakistano che aveva aggredito e colpito a pugni due guardie particolari giurate.

Verso le ore 21.30 un esercente di via Roma segnalava alle due guardie giurate uno straniero che stava rovesciando a terra tavolini e sedie di alcuni esercizi commerciali: accortosi che i due lo seguivano, si scagliava quindi contro di loro e sferrava due pugni al mento di uno, per poi dileguarsi verso via Leopardi.
Una Volante della Questura, allertata dalla Sala Operativa e immediatamente sul posto, rintracciava in effetti l’uomo sulla via, dove stava prendendo a calci e pugni anche alcune auto parcheggiate: nonostante cercasse di colpire anche loro, i poliziotti lo immobilizzavano e lo conducevano in Questura. Anche negli uffici di polizia l’uomo continuava a mantenere un atteggiamento ostile nei confronti degli agenti e rompeva un profilo metallico del controsoffitto di una stanza. La guardia giurata colpita veniva refertata dai sanitari con 7 giorni di prognosi.

Gli agenti procedevano invece all’arresto dell’uomo, un cittadino pakistano 34enne residente in provincia con precedenti e gravato dal divieto di ritorno nel comune di Udine per un anno, e lo deferivano all’Autorità Giudiziaria competente per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate, danneggiamento aggravato ed inosservanza del divieto di ritorno. Lo straniero pochi giorni fa, l’1 luglio, si era reso responsabile sempre nelle stesse vie di disordini ed intemperanze, dando in escandescenza e colpendo, in quell’occasione, un politico locale intervenuto per cercare di calmarlo.
Il “quartiere delle magnolie” nei tre giorni dal 13 al 15 luglio, è stato peraltro teatro di straordinari servizi di controllo del territorio con gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine “Veneto”, di stanza a Padova, che si sono sommati a quelli ordinariamente svolti dagli uomini delle Volanti. Nelle 72 ore identificate 334 persone, controllati 115 veicoli e 6 esercizi commerciali; 4 i cittadini stranieri deferiti a piede libero all’Autorità Giudiziaria: 3 per inosservanza del divieto di ritorno in Udine, uno per inottemperanza all’ordine del Questore di abbandonare il territorio nazionale.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie