Seguici su

Politica

Udine, Martines (Pd): “Fontanini sottomette la città a Fedriga”

Per l’esponente dem “Fontanini svilisce il ruolo di Udine che può essere forte e utile al territorio solo se si dimostra autonoma e capace di farsi rispettare”

Pubblicato

on

UDINE – “È la seconda volta in due anni che Fontanini deve andare a Trieste da Fedriga per risolvere i problemi che ha a Udine. E ci va pure con tutto il seguito di assessori e consiglieri, a riprova di quanto brutta è la crisi dentro la maggioranza. Dei loro problemi interni al Pd non interessa e pazienza se Fontanini dimostra la pochezza del suo ruolo politico, ma resta l’amaro in bocca ad assistere a questo atto di sottomissione del primo cittadino di quella che lui stesso chiama Capitale del Friuli”. Lo afferma il segretario cittadino del Pd di Udine Vincenzo Martines, a proposito dell’incontro, avvenuto a Trieste, del sindaco di Udine Pietro Fontanini con il presidente della Regione e segretario del Carroccio in Fvg Massimiliano Fedriga, per dirimere le divergenze interne nella maggioranza comunale di centrodestra.

Per l’esponente dem “Fontanini svilisce il ruolo di Udine che può essere forte e utile al territorio solo se si dimostra autonoma e capace di farsi rispettare. E invece per tenere su la giunta il sindaco di Udine deve andare dal segretario politico della Lega e dirimere nel Palazzo della Regione i mal di pancia interni della sua maggioranza”. “Oggettivamente una vergogna – sottolinea Martines – per chi pensa che Udine abbia una dignità politica da non offendere mettendola sul tavolo di Fedriga che sfacciatamente tratta i politici udinesi della sua parte come bambini dell’asilo. Li sgrida, gli offre due caramelle e li rimanda a casa. E questi poi amministrano Udine…”.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie