Seguici su

Cronaca

Controlli straordinari in borgo stazione: 331 persone controllate

Arrestato un 26enne colombiano per evasione

Pubblicato

on

UDINE – Controlli straordinari del territorio disposti dal questore di Udine finalizzati al rintraccio di cittadini stranieri in posizione irregolare e alla prevenzione ed al contrasto della criminalità diffusa e del consumo di stupefacenti, in particolare nella zona limitrofa alla stazione ferroviaria. I servizi, che si sono sommati a quelli ordinari, quotidianamente assicurati dalla Sezione Volanti, sono stati effettuati da personale della Polizia di Stato della locale Questura affiancato da quello del Reparto Prevenzione Crimine “Veneto” di stanza a Padova e, nella mattinata odierna, da un’unità cinofila della Guardia di Finanza.
Nei tre giorni, dal 6 all’ 8 luglio, sono state identificate 331 persone, controllate 133 vetture e 2 esercizi commerciali.

Nella tarda serata del 7 luglio, gli agenti delle Volanti hanno tratto in arresto un 26enne colombiano per evasione. L’uomo deve espiare un residuo di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare in Udine fino a fine settembre 2020, a seguito di condanna comminatagli per furto in abitazione commesso in provincia di Rieti nel 2016. Gli agenti non trovandolo in casa hanno provato a contattarlo al telefono e solo dopo vari tentativi l’hanno rintracciato in un ristorante della zona sud di Udine. Stamane è stato convalidato l’arresto.

Nella mattinata, invece, dell’8 i poliziotti hanno controllato un cittadino polacco 42enne che aveva presentato a un portiere d’albergo in zona stazione un passaporto ucraino di altra persona. Gli agenti hanno proceduto a un più accurato controllo dello stesso, esteso anche all’autovettura con la quale era giunto in città con un connazionale: all’interno dell’auto hanno rinvenuto due bombolette di spray urticante non autorizzate, una torcia, un coltello, un paio di forbici e nastro isolante. Il perfetto kit del ladro d’appartamento! L’uomo è stato quindi deferito a piede libero all’autorità giudiziaria per i reati di sostituzione di persona e di porto abusivo di armi. Deferiti all’autorità giudiziaria anche due pakistani: uno inosservante del divieto di ritorno in Udine, l’altro inottemperante a un ordine del questore di abbandonare il territorio nazionale perché irregolare. I servizi di controllo straordinari proseguiranno anche nelle prossime settimane.

2 Commenti

2 Comments

  1. micmarc

    Luglio 9, 2020 at 7:26 am

    Controllare ed arrestare anche quelli che prendono e danno le mazzette, ogni tanto, per mascherine, tamponi, navi ospedale, ecc. Alcuni sono ben noti anche…

    • Paolo Marinelli

      Luglio 10, 2020 at 3:11 am

      Poveretto curati😠😠😠

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: