Seguici su

Basket

Presentato il nuovo allenatore dell’Apu Old Wild West Udine, Matteo Boniciolli

Sui nuovi giocatori non si sono fatti nomi, anche un possibile ritorno di Pellegrino da Venezia rimane tutto da valutare

Pubblicato

on

Valentino Orsini

UDINE – Con le modalità informatizzate tipiche di questo periodo, mercoledì 10 giugno si è tenuta la videoconferenza di presentazione del nuovo allenatore dell’Apu Old Wild West Udine Matteo Boniciolli. L’incontro, cui ha preso parte anche il presidente Pedone, è stato moderato dalla giornalista Barbara Castellini che (momentaneamente?) ha preso il posto del dimissionario addetto stampa Fontanini.
La videoconferenza non ha, evidentemente, avuto modo di rilevare informazioni sconosciute su Boniciolli, coach di livello nazionale e internazionale che ha iniziato la propria carriera di capo-allenatore proprio a Udine, con la Snaidero capitanata da Teo Alibegovic e subito promossa in A1. L’oretta di diretta ha, però, offerto, seppur spesso indirettamente, alcune informazioni sulla situazione societaria e di mercato della società bianconera.

Per quanto riguarda la situazione del nuovo general manager, sfumata la possibilità di mettere sotto contratto l’ex Trieste Gianluca Mauro, pare che Pedone abbia una rosa di tre nomi tra i quali scegliere a breve il nuovo dirigente. Non è un mistero che uno dei papabili sia Julio Trovato che a Ravenna, con un budget inferiore a quello friulano, come sottolineato dallo stesso Pedone, ha portato la squadra romagnola al primo posto in classifica prima dell’interruzione dell’ultimo campionato. Per quanto riguarda i giocatori in casa bianconera nell’ultima stagione, oltre al già confermato Antonutti, l’unico che sembra essere sicuro di rimanere è l’altro friulano Vittorio Nobile, con il quale Boniciolli ha già ammesso di avere parlato. Non ci sono, invece, certezze sulla conferma di Andrea Amato, con il quale lo scorso anno era stato siglato un contratto biennale che, però, alla luce della situazione post-covid, deve essere ridiscusso per venire incontro alle esigenze della società bianconera.

Quella della nuova tipologia contrattuale, che nei contenuti terrà conto della situazione (con o senza pubblico?) in cui si giocherà il prossimo campionato, sarà l’”imbuto” attraverso cui dovranno transitare tutti i giocatori ed i membri dello staff della nuova APU. A proposito di staff, Boniciolli non ha fatto nomi di suoi possibili vice, ma ha osservato che in Friuli esistono tanti ottimi allenatori e che avrebbe piacere di lavorare non con assistenti alle prime armi, ma con tecnici già di esperienza capaci di dare da subito il proprio contributo alla causa dell’OWW. Che sia in vista una possibile chiamata per Ciani (dato anche a Trieste) o Martelossi?
Sui nuovi giocatori non si sono fatti nomi, anche un possibile ritorno di Pellegrino da Venezia rimane tutto da valutare. E’ ancora presto per dire qualcosa anche sulle posizioni che occuperanno i due stranieri, l’unica ammissione fatta da Boniciolli è che si tratterà di due giocatori di livello, due protagonisti di rendimento “garantito”.

A margine della presentazione, Pedone ha anche rammentato quale sia la situazione riguardante il progetto di un nuovo palasport. Di progetti ce ne sarebbero addirittura due: uno in zona ZIU proposto dallo sponsor Fattori e un altro da realizzare in zona Città Fiera proposto dal suo proprietario Bardelli. Il dialogo tra le parti si è momentaneamente interrotto prima dello stallo dovuto al Covid-19, ma una ripresa del dialogo sarà necessaria soprattutto in vista di una promozione o di una chiamata diretta in serie A.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie