Seguici su

Cronaca

Scuole a impatto quasi zero: il Comune di Udine detta le regole

Come informa l’assessore ai Progetti comunitari Giulia Manzan, il Comune è tra i partner del progetto “Feedschool”

Pubblicato

on

UDINE – Il Comune di Udine detta le regole per l’efficientamento degli edifici scolastici. L’amministrazione, infatti, come informa l’assessore ai Progetti comunitari Giulia Manzan, è tra i partner del progetto “Feedschool”, che punta a definire una serie di raccomandazioni politiche utili a individuare le linee guida per una ristrutturazione degli edifici secondo gli standard “nZEB”. “Si tratta di edifici il cui consumo energetico sia quasi pari a zero, “nearly Zero Energy Building” – chiarisce l’assessore Manzan –. Lunedì 18 maggio Udine parteciperà al workshop del progetto Feedschool, durante il quale si giungerà alla definizione di queste raccomandazioni. Le scuole che abbiamo in mente saranno in grado di ridurre al massimo i  consumi per il loro funzionamento e l’impatto nocivo sull’ambiente, con una domanda energetica per riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, produzione di acqua calda sanitaria ed elettricità davvero molto bassa”, conclude l’assessore.
Il workshop online di lunedì è promosso dal Comune tramite l’Ufficio Agenzia Politiche Ambientali – Servizio Interventi di Riqualificazione Urbana, con il supporto di “Fenice Green Energy Park” e di “Enea”, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. L’evento è rivolto in particolare a enti locali e professionisti del settore, agenzie per l’energia, ESCo e istituti di credito, coordinatori nazionali del Patto dei sindaci, associazioni locali e rappresentanti dei media.
Ai fini dell’elaborazione delle raccomandazioni politiche, il workshop si avvarrà di un panel di esperti del settore che presenteranno una serie di esperienze di successo in tema di strategie per l’efficienza energetica implementate da amministrazioni pubbliche. L’utilizzo dei fondi europei per lanciare investimenti in efficienza energetica, le esperienze di successo della riqualificazione energetica nZEB e gli schemi finanziari innovativi per supportare l’efficientamento energetico negli edifici pubblici, saranno gli argomenti trattati nella prima parte del convegno. La seconda parte coinvolgerà direttamente i partecipanti attraverso tavoli di lavoro tematici per l’elaborazione di 10 raccomandazioni utili alla definizione delle strategie della pubblica amministrazione nelle ristrutturazioni degli edifici scolastici.
Obiettivo finale del workshop è quello di sostenere il trasferimento dei risultati del progetto Feedshool nelle politiche settoriali e regionali.
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *