Seguici su

Cronaca

Scarello lancia ‘#agliamicicucinoio challenge’: a cucinare sono i clienti

Due le regole: ingredienti di stagione e la storia-il motivo del piatto. Non c’erano altri limiti

Pubblicato

on

UDINE – In questo lungo periodo di quarantena c’è chi si è “divertito” mettendosi ai fornelli per trascorrere il tempo. Ma non tutti si sono limitati alle pizze e alle torte (tanto da rendere introvabile il lievito) c’è anche un folto gruppo di gourmand, che non si è accontentato di mangiar bene e ha accettato la sfida lanciata da Emanuele e Michela Scarello.

Lo chef del ristorante Agli Amici assieme a sua sorella hanno deciso di dare vita a “#agliamicicucinoio challenge”, un contest dove a proporre i piatti sono stati coloro che di solito siedono ai tavoli. Due le regole: ingredienti di stagione e la storia-il motivo del piatto. Non c’erano altri limiti. Un vero successo a giudicare dalla qualità delle schede con allegata fotografia dei piatti realizzati. Ben 44 i partecipanti con oltre sessanta proposte. Due i premiati, uno dal pubblico ovvero da coloro che hanno dato il loro gradimento via Instagram, e uno premiato dalla qualificata giuria (riunita in streaming) formata da Maddalena Fossati Dondero, direttrice di La Cucina Italiana, da Roberto Perrone, giornalista e scrittore, da Giuseppe Cordioli giornalista, e dallo staff di cucina e di sala del ristorante guidato dal sous chef Raffaello Mazzolini.

Un lavoro non facile quello dei giurati che si sono limitati a giudicare l’utilizzo degli ingredienti e ovviamente dell’aspetto esteriore dei piatti. Alla fine ad aggiudicarsi il primo posto decretato dal pubblico è stato @il_bauschef (Luca Mascolo di Lissone, Monza e Brianza). Mentre @ilcuococassaintegrato (Mattia Stefani di Biancade, Treviso) si è visto premiare dalla giuria. Il bauchef ha realizzato un’insolita interpretazione della pasta all’amatriciana, dove gli spaghetti sono stati trasformati in raviolo ripieno del sugo e il pecorino è diventato una soffice spuma. Il cuococassaintegrato ha creato un piatto basato sui ricordi: ravioli con aringa e ricotta . Come ha scritto nella scheda, “un piatto creato pensando alla nonna, mamma e alla cucina degli zii. Ognuno di loro mi ha fatto conoscere i prodotti che sono poi fusi nel piatto”. I vincitori saranno ospitati per una cena al ristorante due stelle Michelin e dell’associazione Relais & Chateaux, ma prima dovranno ricreare i piatti proposti per l’assaggio da parte dello staff di cucina!

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?