Seguici su

Cronaca

Con il “casa per casa” la raccolta differenziata sale all’82%

In questo periodo di lockdown sono aumentati gli imballaggi in carta e cartone

Pubblicato

on

UDINE – Arrivano le prime analisi quantitative da parte di Net Spa sulla raccolta dei rifiuti e sul ‘casa per casa’ nella città di Udine. “I dati che abbiamo elaborato ci forniscono parecchie informazioni utili” esordisce Massimo Fuccaro, direttore generale di Net. “Siamo di fronte a tempi in cui moltissime persone sono rimaste a casa – prosegue Fuccaro – ed è naturale il consumo da un lato e l’incremento di alcune frazioni di rifiuti domestici, dall’altro. Mentre sono diminuiti i rifiuti di molte attività non domestiche. I nostri operatori hanno lavorato e garantito un servizio mantenendo altissimi gli standard già ottimi che l’azienda si è posta per il ‘casa per casa’ e i servizi ambientali in genere. Ne siamo tutti orgogliosi e li ringrazio, di nuovo uno a uno, anche questa volta.” 

Consolidato anche a marzo 2020 l’82% di raccolta differenziata nel territorio servito dal sistema casa per casa, ossia nelle ex circoscrizioni 2-4-5-6 (42.000 abitanti serviti):  “Il dato consolidato dell’82%, al secondo mese consecutivo, grazie al sistema ‘casa per casa’ conferma la bontà del nostro progetto, redatto con il supporto di complesse analisi tecniche e simulazioni; i dati effettivi che stiamo raccogliendo sono in linea con le nostre previsioni e non possiamo che esserne soddisfatti – dichiara il direttore di Net -. Migliora costantemente la qualità del rifiuto differenziato raccolto grazie ai comportamenti sempre più virtuosi dei cittadini, circa 42.000, coinvolti nel nuovo sistema casa per casa. Aumentano anche le tonnellate di rifiuto raccolto (+21%) con il nuovo sistema rispetto ai dati rilevati nel mese precedente (febbraio). Dopo appena due mesi di avvio sull’intero territorio interessato rileviamo numeri veramente ottimi come ad esempio il costante aumento del rifiuto organico raccolto, una frazione particolarmente importante che spesso però veniva erroneamente conferita nei cassonetti stradali dell’indifferenziato” afferma soddisfatto Fuccaro.

“Dal punto di vista quantitativo si registrano importanti e significativi aumenti (tonnellate raccolte) in generale su tutte le frazioni di rifiuti e imballaggi; siamo di fronte ad un segnale importante che conferma il virtuosismo dei i cittadini udinesi i quali utilizzano sempre più e sempre meglio il nuovo sistema di raccolta ‘casa per casa’. L’aumento delle quantità raccolte del rifiuto tipo secco residuo indifferenziato è dovuto probabilmente all’aumento importante del consumo di dispositivi di protezione come mascherine e guanti monouso”, sottolinea Fuccaro. “Rispetto comunque ai dati complessivi della città gli aumenti delle frazioni sono ancora più significativi e marcati. La strada è quella giusta”, chiude Fuccaro.

Dal punto di vista quantitativo si registrano importanti e significative variazioni nelle tonnellate raccolte. “Gli imballaggi carta-cartone – prosegue il direttore Fuccaro – hanno avuto una produzione record: i dati statistici nazionali accertano che gli acquisti online sono aumentati esponenzialmente in Italia nel primo mese di lockdown. Un dato sicuramente interessante è rappresentato dal commercio online, che ha, di conseguenza, aumentato il consumo di carta e cartone da parte prevalentemente delle utenze domestiche”.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie