Seguici su

Politica

Consiglio straordinario: le opposizioni pronte a chiedere l’intervento del prefetto

“È dall’inizio di questa pandemia che stiamo incalzando il sindaco Fontanini e la sua giunta”

Pubblicato

on

UDINE – “Stando alla nostra richiesta di data 14 aprile 2020, avremmo dovuto ricevere entro la giornata di lunedì 4 maggio 2020 la convocazione del Consiglio comunale straordinario richiesto dalle opposizioni tutte.  Ci sentiamo non soltanto snobbati dalla maggioranza leghista che siede a palazzo D’Aronco, ma soprattutto destituiti del mandato che abbiamo ricevuto dalle migliaia di persone che ci hanno votati”. Commentano così i consiglieri Eleonora Meloni, prima firmataria della richiesta, Alessandro Venanzi (Capogruppo Pd) Federico Pirone (Capogruppo Progetto Innovare), Lorenzo Patti (SiAmo Udine) ed Enrico Bertossi (Capogruppo Prima Udine) la mancata convocazione del Consiglio comunale straordinario, richiesto ai sensi dell’art.39, comma 2 del D.Lgs 367/2000 e dell’art. 24 comma 3 dello Statuto del Consiglio Comunale di Udine.

“È dall’inizio di questa pandemia che stiamo incalzando il sindaco Fontanini e la sua giunta, e senza le nostre incessanti richieste di convocazione non avremmo avuto neppure le Commissioni consiliari in collegamento web di questi giorni. Abbiamo formulato e depositato agli atti – proseguono i consiglieri –  diverse proposte per la città, le famiglie e l’economia che vogliamo affrontare e discutere in sede di Consiglio Comunale. Siamo seriamente preoccupati per la città, che attende invano risposte da una giunta non soltanto immobile, ma anche assente. Saremo quindi costretti a dover ricorrere all’intervento del Prefetto per poter garantire un diritto costituzionalmente riconosciuto, come l’espletamento del nostro mandato amministrativo”.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
1 Commento

1 Commento

  1. Claudia Gallanda

    Maggio 6, 2020 at 12:46 pm

    Eleonora Meloni, nel corso dello scorso mandato (quando era in maggioranza) avallava comportamenti analoghi, senza fiatare (perché erano loro a farli). Questa classe politica è veramente fuori da ogni etica. Vergogna!

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: