Seguici su

Politica

Lanciata la petizione per istituire un Reddito comunale di dignità

“Il Comune erogherà 400 euro mensili pro capite in ‘Buoni spesa locali’, spendibili nella piccola impresa cittadina”

Pubblicato

on

UDINE – “Proponiamo l’istituzione di un Reddito comunale di dignità destinato a tutte le persone costrette a vivere sotto la soglia di povertà”. Le parole sono quelle di Stefano Salmè, segretario politico della civica IoAmoUdine.

“La grande domanda di buoni spesa attesta il grave disagio economico e sociale che stiamo attraversando. La platea è stata ancora più ampia del numero di domande presentate – aggiunge – tanto è vero che l’amministrazione comunale è stata costretta a rinnovare con fondi propri la prima erogazione fatta con soldi statali. La crisi economica durerà mesi, forse anni, le risorse vanno quindi riorientate a favore delle necessità essenziali della popolazione. In questo senso formuliamo una proposta, tanto semplice quanto rivoluzionaria. Il Comune erogherà 400 euro mensili pro capite in ‘Buoni spesa locali’, spendibili nella piccola impresa cittadina. Dalla convenzione saranno escluse le multinazionali del commercio. In questo modo creeremo un circuito virtuoso di socialità tra gli udinesi e i negozi di vicinato della città”.

“Tutti i titolari di questo beneficio economico presteranno 40 ore mensili di lavoro nelle associazioni di volontariato o alla protezione civile udinese. Creeremo quindi una sorta di Servizio Civico Udinese al servizio della collettività. Non essendo il beneficio economico solo di assistenza sociale, ma richiedendo al titolare del beneficio una prestazione lavorativa di volontariato ed essendo anche un’importante manovra economica a sostegno della piccola impresa udinese, il contributo può sommarsi ad eventuali altre forme di sostegno al reddito (ad esempio il reddito di cittadinanza) percepite dal titolare del “Reddito di dignità comunale”, chiude Salmè.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?