Seguici su

Economia

Confagricoltura Fvg: l’agriturismo chiuso per pandemia

Azzerate tutte le prenotazioni di Pasqua, naturalmente, ma anche di mezza estate. Perso completamente un flusso di 35 mila turisti e un valore di 45 milioni di euro

Pubblicato

on

UDINE – Nelle 670 strutture agrituristiche del Friuli Venezia Giulia transitano, in media, oltre 70 mila turisti l’anno (il 2 per cento di quelli che utilizzano in Italia, complessivamente, le strutture agrituristiche per trascorrere, tutto o in parte, il loro periodo di vacanza). Di questi, oltre 32.000 sono stranieri (circa il 46 per cento).

Un flusso praticamente dimezzato se consideriamo che tutte le celebrazioni religiose della stagione (cresime, comunioni…) sono state annullate dalla pandemia, come pure le vacanze pasquali, quelle dei “ponti” del 25 aprile, del 1° maggio e della Pentecoste, molto amate e frequentate dai turisti di lingua tedesca. Inoltre, continuano a fioccare le disdette per i primi mesi estivi – sottolineano in Confagricoltura Fvg – e restano molti dubbi che la mobilità turistica possa avere un colpo di coda positivo ad agosto e settembre.

Insomma, il settore agrituristico regionale è praticamente in ginocchio, con i suoi 4.434 posti letto e 27.579 coperti inutilizzati, con un danno stimato, per questo periodo, di oltre 45 milioni di euro.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie