Seguici su

Cronaca

Emergenza coronavirus: McDonald’s dona 120 panini alla Protezione Civile di Udine

La consegna è avvenuta davanti al ristorante di viale Palmanova

Pubblicato

on

UDINE – Nella mattinata di venerdì 3 aprile, l’imprenditore Angelo Casa, licenziatario di tutte e sei le sedi di McDonald’s presenti nella provincia di Udine e di quelle di Portogruaro, ha deciso di donare 120 panini (ma può eventualmente arrivare a mille al giorno) ai volontari della Protezione Civile della nostra città, impegnati in prima linea nella gestione dell’emergenza epidemiologica. Solo due giorni fa aveva regalato alla Croce Rossa di Udine pane, latte e formaggio.

La consegna è avvenuta davanti al ristorante McDonald’s di viale Palmanova alla presenza dell’assessore Alessandro Ciani, del comandante della Polizia locale Eros Del Longo e del coordinatore cittadino della Pc Graziano Mestroni. Angelo Casa si è detto pronto a rifornire la Protezione Civile anche quotidianamente, qualora il perdurare della situazione lo richiedesse.

“Ancora una volta un imprenditore mette gratuitamente le risorse dell’azienda a disposizione di chi si sta occupando in prima persona della gestione dell’emergenza che stiamo vivendo e della salute e del benessere dei cittadini, come la Croce Rossa Italiana e la Protezione Civile. Non posso quindi che ringraziare, a nome dell’amministrazione e di tutta la cittadinanza, Casa per questa sua iniziativa e per la sua disponibilità a proseguire con le consegne anche nei prossimi giorni, fino alla conclusione della situazione di emergenza”, conclude Ciani.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?