Seguici su

Economia

Aspiag Service: le azioni messe in campo per rendere sicuro il ‘fare la spesa’

Il gruppo ha assicurato una serie di precauzioni anche per chi lavora nei punti vendita

Pubblicato

on

UDINE – Garantire il servizio, seguire le norme e adattare il sistema. A 60 giorni dai primi provvedimenti governativi a seguito dell’emergenza Covid-19, Aspiag Service ha fatto il punto sull’operatività e sulle misure prese in queste settimane per rispondere all’emergenza Coronavirus con l’obiettivo di rendere sicuro il fare la spesa e il lavorare nei punti vendita, assolvendo al dovere di fare sistema sociale in questo momento.

UN LAVORO DI SQUADRA – “In questo contesto mai sperimentato prima – ha dichiarato l’amministratore delegato di Aspiag Service Francesco Montalvo a margine del Consiglio di amministrazione che si è svolto venerdì, nel corso del quale si sono analizzate tutte le misure prese – sono tre le direttrici che abbiamo seguito in queste settimane, sempre in ottemperanza alle norme volte a dare al pubblico un servizio efficace e secondo le linee guida in tema di sicurezza, tutelare i nostri colleghi e garantire la continuità produttiva, ottimizzando i flussi e cercando di gestire le difficoltà, compensando i servizi legati all’approvvigionamento per garantire la presenza delle merci nei nostri punti di vendita. È stato, e continua a essere, un grande lavoro di squadra che ci ha permesso di superare le oggettive difficoltà, dovute all’impennata della domanda, che abbiamo incontrato nei primi momenti per garantire il corretto approvvigionamento sia di dispositivi di protezione personale che di merci. I nostri colleghi hanno svolto e continuano a svolgere nei punti vendita un ruolo cruciale e determinante sia nel rassicurare le persone che nel garantire un adeguato servizio di pubblica sicurezza. Si tratta di un lavoro di squadra che resterà nella storia di Aspiag Service e di Despar e che permetterà di evolvere anche in chiave futura il nostro servizio”.

LE PRECAUZIONI PRESE – Per quanto riguarda l’attenzione ai clienti, “gli obiettivi che abbiamo raggiunto hanno riguardato l’informazione relativa a tutte le norme di sicurezza e la corretta gestione degli spazi”. In tutti i propri punti vendita, Despar mette a disposizione gel disinfettanti e guanti all’ingresso, segnala a terra e con cartelli le distanze da mantenere, pubblica messaggi audio per ricordare i corretti comportamenti. E’ stato inoltre implementato un servizio di confezionamento del pane, per aumentare anche qui il livello di sicurezza. Misure adeguate sono in continua evoluzione e miglioramento, per garantire ai clienti la maggiore tranquillità e sicurezza possibili: abbiamo sottoscritto un contratto che regolamenti e garantisca una sanificazione certificata presso tutti i punti vendita delle nostre quattro regioni. Gli impianti di climatizzazione sono sotto controllo 24 ore al giorno, per garantire sempre il corretto apporto di aria pulita: tutte le unità sono sanificate. Anche i canali social, la app e tutti i veicoli di comunicazione Despar sono dedicati alla sicurezza e alle informazioni di fruizione dei punti vendita: “Abbiamo scelto in questa fase di mettere in secondo piano la comunicazione pubblicitaria per favorire i messaggi utili nell’attuale contesto. I nostri annunci pubblicitari si sono trasformati in spazi informativi e di supporto”. Solo i progetti di charity – come “Il mondo ha bisogno delle donne” e, tra pochi giorni, l’avvio della campagna di beneficenza in occasione della Pasqua “Una buona ragione per fare del bene” – sono rimasti attivi, nella consapevolezza che pur nell’emergenza coronavirus è necessario continuare a impegnarsi nel supporto delle attività sociali programmate”.

LA TUTELA DEI COLLABORATORI – Tutte le scelte effettuate vedono in primo piano la tutela dei collaboratori: “Come più volte abbiamo avuto modo di sottolineare – ha dichiarato ancora Francesco Montalvo – il ruolo della Gdo in questo contesto è strategico, ma la Gdo non è un concetto astratto: è un insieme di donne e uomini che in questa emergenza hanno garantito il proprio impegno e messo a disposizione se stessi. Ci siamo trovati di fronte a una grande sfida, quella di dover modificare i nostri negozi a vantaggio della sicurezza, acquisendo in tempi molto stretti strumenti e dispositivi di protezione che sul mercato scarseggiavano. Oggi tutti i punti vendita Despar, Eurospar e Interspar gestiti da Aspiag Service vedono il personale dotato di guanti, mascherine e gel disinfettante. E’ stato completato il montaggio delle barriere in plexiglas su tutte casse. Per i nostri colleghi é prevista inoltre una visiera protettiva in policarbonato, che è già attiva in alcuni punti vendita e che presto sarà distribuita a tutto il personale delle casse self check out e di chi effettua il caricamento degli scaffali. A tutela di tutti i colleghi Aspiag Service è stata tra i primi a sottoscrivere una polizza assicurativa, per garantire supporto economico e operativo integrativi in caso di malattia causata dal virus. Siamo perfettamente consapevoli del grande sforzo richiesto in questo momento a tutti i colleghi: per questo stiamo pensando a delle forme di tutela e riconoscimento aggiuntive per il grandissimo servizio svolto nei confronti della clientela e del pubblico: quello di queste donne e questi uomini è un lavoro straordinario, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo”. Infine, il tema delle chiusure domenicali: “Le abbiamo accolte – ha detto ancora l’ad Montalvo – come strumento necessario per garantire ai nostri colleghi una giornata intera di riposo”. 

AL VIA LE CONSEGNE A DOMICILIO – Dal punto di vista della continuità produttiva, Aspiag Service ha lavorato sulla logistica ottimizzando i flussi, al fine di garantire la presenza delle merci nei punti vendita: “Su questo fronte – ha spiegato Francesco Montalvo – c’è un grande lavoro di background e di ottimizzazione per poter garantire, nonostante le perturbazioni del sistema, il funzionamento di tutta la macchina organizzativa. Abbiamo agito con rotazioni del personale quando necessario e con una sistematizzazione continua dei servizi, per rispondere alla necessità di lavorare con ritmi aumentati rispetto alla media, anche attraverso l’assunzione di personale aggiuntivo per garantire una maggiore gestione dei flussi e dei turni e un’adeguata rotazione”. Aspiag Service ha avviato in questi giorni anche una serie di azioni integrative: sono operative da ieri l’altro, infatti, le vie di ingresso e acquisto preferenziali dedicate a operatori del sistema sanitario, e nei prossimi giorni partirà un sistema di consegna a domicilio che farà uso di due player di settore, Glovi e Supermercato 24: “L’emergenza sanitaria in corso – ha concluso Francesco Montalvo – è una grande sfida per tutti: noi di Aspiag Service stiamo lavorando giorno per giorno con l’obiettivo di incrementare il nostro servizio, renderlo efficace e sicuro per i nostri clienti: questo significa anche adottare nuove procedure che possano migliorare il servizio per tutti”.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
2 Commenti

2 Comments

  1. Vittorio panzella

    Marzo 30, 2020 at 7:50 pm

    Io mi accerterei sulla veridicità delle dichiarazioni prima di pubblicarle!

    • CDAVIS

      Marzo 31, 2020 at 12:07 pm

      CONCORDO!!!!!!!!!!!!!!

Tu cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: