Seguici su

Cronaca

Udine, 200 mila euro per rendere accessibili ai disabili le fermate dei bus

Con questo intervento le fermate accessibili in città raggiungeranno quota 71

Pubblicato

on

UDINE – La giunta comunale di Udine, riunitasi martedì mattina su volontà del sindaco Pietro Fontanini nel salone del Popolo, ha deliberato di approvare il progetto definitivo “Ampliamento del Tpl/Zone di fermata del Tpl rendendole accessibili ai disabili” redatto da Alessandro Della Vedova, che si occuperà anche della fase esecutiva (compresa redazione del rilievo plano altimetrico), oltre che della direzione lavori, misura e contabilità, del certificato di regolare esecuzione e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione.
Il progetto prevede una spesa complessiva di 200 mila euro così articolata e riguarderà le seguenti fermate: via Alessandria cv 20 e cv 17; piazza Giovanni XXIII; via Forni di Sotto – Nimis; via Pozzuolo; via Manzoni cv 2 e cv 3; via Paparotti; via L. da Vinci cv 57; via Renati cv 38; via Di Toppo cv 67; via R. Di Giusto  via L. D’Orlandi cv 3c; via Misani.

Le barriere attualmente presenti presso le fermate oggetto di intervento riguardano le ridotte dimensioni del marciapiede, le pensiline obsolete chiuse su tre lati che impediscono il passaggio ai disabili motori, l’incongruenza con l’ingombro della pedana dei bus, la pavimentazione sconnessa o mancante e la mancanza di rampe di accesso e la presenza di ostacoli fisici.  Gli interventi, finalizzati al miglioramento dell’accessibilità delle fermate agli ipovedenti e ai disabili attraverso l’adeguamento delle piattaforme e la sistemazione delle pensiline, sono di varia tipologia, in considerazione dello stato rifatto dei manufatti esistenti, della loro ubicazione e dei vincoli presenti nell’area e riguarderanno la larghezza e l’altezza dei marciapiedi, la fresatura della pavimentazione e l’adeguamento delle pendenze, la pavimentazione compatibile con lo scorrimento della rampa, l’installazione delle nuove pensiline e il posizionamento percorsi tattilo-plantari con sistema di codifica L.O.G.E.S. a uso persone ipovedenti.

“Dopo un lavoro durato parecchi mesi – ha commentato il Vicesindaco Loris Michelini – è stato raggiunto un obiettivo importante, quello di dotare la città di Udine di alcune fermate principali con tutti i più moderni accorgimenti esistenti. Un ringraziamento per quanto fatto va agli uffici, all’azienda del Trasporto Pubblico e all’assessore Battaglia per il lavoro di squadra”. “Con questo intervento – ha aggiunto l’assessore alle politiche per il superamento delle disabilità Elisa Asia Battaglia – le fermate accessibili in città raggiungeranno quota 71. Continua in questo modo il grande impegno dell’amministrazione per avere in città un numero sempre maggiore di fermate accessibili non solo disabili motori ma anche agli ipovedenti. L’obiettivo per il quale stiamo lavorando è quello di rendere Udine un modello di accessibilità”.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie